Dossier 2009/10 parte 1 parte 2 parte 3 parte 4 parte 5

parte 3 - Promossi e Bocciati, parte II
di Valeriano

BURATO Andrea (2/0)(0/0)
Uno dei “top primavera” scelti da Bonato, doveva essere la riserva di Esposito. Risultato: due sole presenze in campionato, grazie a Dio. Avrà tempo di maturare, in altri lidi sicuramente. NON GIUDICABILE.

CAMPISI Luisito (4/0)(0/0)
Altro giocatore praticamente dimenticato da Remondina in panchina o in tribuna. Francamente questa volta siamo d’accordo col Remo e lo ringraziamo per averci risparmiato. NON GIUDICABILE.

DALLA BONA Samuele (2/0)(2/1)
Arrivato a gennaio dal Napoli via Iraklis nel tentativo di risvegliarlo dal torpore del pre-pensionamento al quale sembrava destinato. Secondo i progetti di Bonato era da recuperare, da verificare ed eventualmente da confermare per la prossima stagione…in B. Non ci è costato nulla provarlo, dato che era solo in prestito. In quelle poche occasioni in cui l’abbiamo visto però non siamo riusciti ad apprezzarne le qualità. NON GIUDICABILE.

ESPOSITO (II) Gennaro (33/0)(4/0)
Nella scheda del giocatore, redatta durante il precampionato, scrivevamo che eravamo curiosi di vedere se il giocatore fosse stato in grado di confermare la bella stagione di Gallipoli dimostrando di essere un grande giocatore. Ebbene, il desiderio si è avverato ed Esposito è stato per tutto il campionato una pedina imprescindibile del campionato gialloblu. Abbiamo visto un giocatore di categoria superiore, un instancabile motorino che recupera palloni su palloni e li smista con sapienza ai compagni. A tratti sembrava quasi farsi beffa degli avversari. Il lancio lungo forse è un po’ mancato e nel finale di campionato ha accusato una certa flessione dovuta alla stanchezza. Il suo giudizio è BUONO.

GARZON Stefano (20/0)(4/0)
Doveva essere il capitano in questa stagione e invece si è ritrovato relegato in panchina praticamente per tutta la stagione. Per carità, sulla carta non poteva competere col trio Pensalfini-Russo-Esposito però una volta toccata con mano la realtà il suo accantonamento è risultato quasi criminoso. Quando è stato impiegato non ha fatto mai rimpiangere ne Russo ne tanto meno Pensalfini, giocando con la grinta e l’intensità di sempre. Non ha mai tolto la gamba e ha dimostrato ampiamente che se impiegato in un giusto turnover la sua presenza è di grande utilità. Il suo giudizio non può che essere SUFFICIENTE.

JORGINHO Jorge Luiz F. (0/0)(0/0)
Nessuna presenza in campionato e per questo lo segnaliamo a Chi L’Ha Visto dato che nel precampionato pareva che il talentuoso centrocampista potesse essere utile alla causa. Remondina ne sa qualcosa? Era il giovane da lanciare, ma se già Garzon non ha trovato spazio come potevamo pretendere di vedere Jorginho? NON GIUDICABILE.

PENSALFINI Filippo (29/2)(1/0)
Vale quel che abbiamo scritto per Anselmi con l’aggravante che non solo l’annata di Pensalfini è stata di quelle “no” ma ci si sono messi anche i continui malanni fisici a minare il rendimento del giocatore. Questo è veramente un peccato perché quelle due-tre gare in cui ha giocato bene si vedeva che la classe non è acqua. E’ stato quel centrocampista offensivo che ci è praticamente mancato per tutto il torneo, quello che ti dà la spinta in più. Attenzione però, è stato una delusione perché ci si attendeva da lui molto di più ma non è nemmeno l’ impersonificazione deldisastro come qualcuno sostiene. Tuttavia non può che arrivare implacabile un giudizio INSUFFICIENTE.

RUSSO Giuseppe (33/2)(3/1)
Giuseppe Russo con un rendimento praticamente costante per tutta la stagione si è dimostrato un buon elemento dal quale ripartire per la prossima stagione. Molta quantità e pochi fronzoli. Forse l’intensità non è sempre stata al massimo ma in ogni caso il risultato è stato praticamente sempre soddisfacente. A dire il vero l’anno prossimo vorremmo rivederlo giocare sempre come ha fatto nella gara interna contro il Ravenna, quando ha fatto il diavolo a quattro per tutti i novanta minuti. Ah, se solo quel maledettissimo tiro da fuori non si fosse stampato sull’incrocio della porta portoguarese...Il suo giudizio è DISCRETO.

BERRETTONI Emanuele (33/3)(4/0)
Per gran parte della stagione Berrettoni è stata una spina nel fianco per gli avversari. Le sue discese travolgenti e il suo guizzo hanno dato qualcosa in più all’attacco gialloblu. Nell’ultima parte di stagione invece il calo è stato vertiginoso tanto da renderlo irriconoscibile. Ha speso tutto nella prima parte del torneo e quindi è stato gestito male? Fatto sta che lo score alla fine del campionato è veramente misero e se rekazionato alle occasioni mancate i suoi soli tre gol gridano assolutamente giustizia. Giustizia che siamo sicuri troverà nel prossimo campionato, quando sarà impensabile non ripartire da uno come lui. Bilanciando il girone d’andata (discreto) con quello di ritorno (insufficiente) possiamo dire che il suo rendimento globale è SUFFICIENTE.

CIOTOLA Nicola (31/2)(3/1)
Tanto fumo, pochissimo arrosto. Chi lo osannava al suo arrivo si è dovuto ricredere. Nicola Ciotola si è mostrato per quel che è, ovvero l’anello mancante tra il giocatore di calcio e Antimo Iunco. Qui non ci sono troppe scuse che tengano: non è stato impiegato male e non è stato impiegato poco. Occasioni per dimostrare il proprio valore ne ha avute molte, forse troppe. Poche le prestazioni degne di nota, un paio di gol determinanti ma per il resto tanti palloni gettati stupidamente, tante belle iniziative morte ancor prima di iniziare, tante promesse non mantenute e tanto, tanto “niente”. Per fortuna che per prenderlo non abbiamo speso soldi. Questo è il classico tipo di giocatore di cui dobbiamo assolutamente fare a meno la prossima stagione per tentare la B. Il suo giudizio è INSUFFICIENTE.

COLOMBO Corrado (23/3)(4/0)
Il lavoro di Colombo è risultato prezioso per un periodo quando si poteva contare sulla sua grande esperienza e tecnica. Le sue sponde e la gestione del pallone in fase offensiva hanno dato un valido aiuto alla squadra e lui è stato una valida alternativa a Selva nel momento del bisogno. Però non sempre il suo apporto è stato di buona intensità. Spesso ha passeggiato per il campo. E poi il problema del gol… Che non segnasse lo si sapeva già in partenza. Non era certo un mistero. Ma allora c’è stato un fraintendimento generale e semplicemente era un giocatore che non doveva arrivare a Verona. Ne faremmo volentieri a meno la prossima stagione. Il suo giudizio è INSUFFICIENTE.

DI GENNARO Francesco (13/2)(4/0)
Signore e signori, ecco il salvatore della patria. Così è stato presentato a gennaio. Un gol all’esordio poi la nebbia è scesa anche su Di Gennaro. Anche lui si è perso nella sterilità collettiva della seconda parte del campionato. “L’uomo del primo palo” lo hanno chiamato, come se una rondine facesse primavera. Si, qualche partita l’ha giocata discretamente sacrificandosi per i compagni, cercando di creare spazi per gli altri senza mai trovarne per se stesso. Forse il modulo era inadatto a lui, oppure lui non c’ha messo quello che ci metteva a Gallipoli. “Pori i me schei malspesi” deve aver pensato Martinelli. A conti fatti, averlo o non averlo sarebbe stata la stessa cosa. Il suo giudizio è INSUFFICIENTE.

FARIAS DA SILVA Diego (26/3)(0/0)
Il ragazzo brasiliano è un talento puro ma tatticamente è a zero e non ha continuità. Se lo metti dentro alla fine della gara diventa un arma letale perché corre come un matto, salta l’uomo, tira e segna. Se lo fai giocare titolare si annulla. E’ giovane e si farà, lontano da qui, purtroppo. Per noi il suo contributo è stato determinante quindi il suo giudizio è SUFFICIENTE.

RANTIER Julien (19/5)(3/0)
Già dalla fine dello scorso campionato si sapeva che sarebbe rientrato solo dopo diversi mesi, una volta recuperata la pubalgia. Doveva essere l’arma in più di un Verona lanciato verso la B. In realtà il suo rientro è stato un mezzo flop e il buon Giulio nonè mai riuscito ad incidere come invece ha fatto la scorsa stagione. Quando ha giocato lo ha fatto sempre nettamente al di sotto delle sue potenzialità. Ha avuto anche il privilegio di tirare l’unico rigore che ci hanno concesso quest’anno e l’ha pure sbagliato. Ma se a mezzo serviziosegna cinque gol, l’avessimo a tempo pieno e recuperato perfettamente cosa sarebbe in grado di fare? A malincuore, il giudizio per lui non può che essere INSUFFICIENTE.

SELVA Andy (17/7)(1/0)
Un maledetto malanno muscolare ce l’ha tolto proprio nel momento migliore suo e del Verona. Dove saremmo ora se la Belva fosse rimasto in campo fino a primavera? E dove saremmo se Vavassori non se lo fosse dimenticato in panchina praticamente per tutte le quattro partite dei play off? Tantissima esperienza, un grande motivatore, un furore agonistico che non vedevamo da anni a Verona. Sette reti per lui tra cui la memorabile tripletta all’Andria. L’unico vero attaccante che abbiamo avuto in rosa. Può tornare utile anche la prossima stagione anche se la carta d’identità dice 34 anni suonati. Il suo giudizio è a nostro parere DISCRETO.

REMONDINA Gianmarco

Sono veramente tutte sue le colpe per una promozione dilapidata in maniera scandalosa? No, però è uno dei maggiori indiziati di colpevolezza. Perché non è stato fatto un adeguato turnover data la rosa a disposizione? Perché insistere su alcuni giocatori quando questi evidentemente non erano in condizione? Come ha fatto a perdere le redini della squadra proprio quando il vantaggio accumulato era di sette punti? Perché Vavassori è stato costretto a mettere in riga i giocatori dicendo “ho ricordato ai giocatori che devono essere professionisti sul campo e anche fuori dal campo”? Quasi che il Verona di Remondina fosse una dependance dell’Hollywood di Bardolino o del Caffè Mazzanti di Piazza Erbe? Eppure,fossimo riusciti a salire, gli avremmo perdonato tutto. INSUFFICIENTE.

VAVASSORI Giovanni

E’ arrivato con la fama di quello che i play-off li vince, dati i precedenti con Avellino e Genoa. Se ne sarà andato smoccolando perché gli abbiamo rovinato la media. Mai quanto abbiamo smoccolato noi a vedere la partita più importante delle quattro giocata nel peggior modo possibile. La più importante è stata la peggiore. Eppure un barlume di speranza ce l’aveva trasmessa. Poveri illusi, noi. Niente sconti, anche lui come il predecessore è INSUFFICIENTE.

Non giudicati SIBILANO Lorenzo, KASSUM Papa Kwesi, VIVIANI Luca, SCAPINI Matteo, GOMEZ TALEB Juan Ignacio.

 

Tra parentesi sono indicate (gare campionato/gol campionato) e (gare playoff/gol playoff).

 

Andrea Perazzani 2003-2019 Hellastory è ottimizzato per una risoluzione dello schermo di 800x600 pixel. Per una corretta visione si consiglia l'uso del browser Microsoft Internet Explorer versione 5 o successiva con Javascript, Popup e Cookies abilitati. Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte. Per qualunque informazione contattateci. []