domenica 2, h 21:15  

HELLAS VERONA

3
CITTADELLA0

hi!hi!hi!hi!hi!hi!hi!
Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Le Ultimissime

VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, prima parte


VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, prima parte

Quante volte torniamo con i nostri discorsi da tifosi ai tempi bui della serie C dove la nostra maglietta gloriosa, indossata da mestieranti vari, calcava campi polverosi in stadi di periferia senza tornelli ne tabelloni luminosi. Nomi di giocatori che hanno poco di esotico e mai sono apparsi sulle prime pagine dei giornali; qualcuno a dire il vero lo incontriamo ancora oggi intervistato da Sky al termine di qualche “Monday night” mentre tanti si sono persi negli archivi e nella memoria di quelli che ancora oggi dicono: “Io, con il Manfredonia sette anni fa ero qui...” Proprio per ricordare questi calciatori che nel bene e nel male sono entrati nella storia più che centenaria dell' Hellas ho deciso di fare qualche ricerca per documentare il loro percorso una volta che sono usciti dai nostri dibattiti sul GB ed entrati nelle schede dell'almanacco.

VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, prima parte

Il percorso non può che iniziare dalla stagione 2007/08 quando al termine dello spareggio con lo Spezia ci troviamo al via di un campionato, quello di serie C che il nostro amato Hellas mai ha conosciuto nel dopoguerra. A capo della società siede il conte Arvedi il quale si affida alle mani esperte (qualche volta sin troppo) di Peppe Cannella direttore sportivo che ancora oggi frequenta le sedi delle società calcistiche (notizie di qualche giorno fa lo danno ancora al timone del Varese a muovere le mani). Il ruolo di mister è assegnato a Franco Colomba che proprio in questi giorni ha iniziato una nuova stagione sulla panchina del Pune City in India dopo aver allenato in A poche stagioni fa Bologna e Parma. Il compito di Cannella è quello di adattare le ‘macerie' di una squadra retrocessa dalla B al campionato di C1; “...Saremo la Juventus della C!” proclama con poca prudenza e per fare ciò convince a rimanere alcuni giocatori che l'anno precedente erano stati protagonisti in B: Sibilano e Comazzi, ora ritirati dal calcio giocato, i veronesi Ferrarese, che tuttora gioca nei dilettanti del Santa Lucia e Corrent che gioca ancora in prima categoria con l'Albaronco, e due che giocano tuttora in serie A: Cossu passato di recente dal Bentegodi col Cagliari e Greco che ora nel Genoa conferma quel talento che allora si intravvedeva. Reduci dalla stagione precedente anche Da Silva, che tuttora calca i campi della serie A maltese, il giovane Dianda che sembra ora sul punto di ritornare in campo con la Ternana in serie B dopo un gravissimo infortunio e Mancinelli che dopo aver lasciato Verona per Lecco ha smesso di giocare in età all' età di 28 anni. Per la nuova categoria fanno il loro arrivo a Verona parecchi volti nuovi; nel ruolo forse più delicato arriva un portiere brasiliano sconosciuto che ha cercato invano ingaggi in Europa; si chiama Rafael de Andrade Bittencourt il quale, per confermare il detto che il calcio fa spesso sognare, ha vissuto per intero la nostra rinascita e tuttora difende con profitto la nostra porta. In difesa tre esperti giocatori al termine della carriera (si ritireranno infatti di li a poco) come Martinelli, Orfei e Morabito e due ragazzi come Politti (ora nei dilettanti del Porto Tolle) ed il finlandese Hurme. Quest'ultimo, che a Verona ha lasciato ben pochi rimpianti, gioca ora in Norvegia ed ha segnato pochi giorni fa il gol del pareggio della sua nazionale contro la Grecia nella partita di qualificazione degli europei. A centrocampo fece qualche apparizione il legnoso Iovine, ora al Gozzano nei dilettanti, il ceco Herzan che ancora gioca nella serie A slovacca e l' icona di quella stagione l'uzbeco Zeytulaev che, passato alla storia per il gol nello spareggio di Busto che ci ha salvato dalla C2, tuttora gioca in Slovenia. In avanti l'Hellas sembrava andare sul sicuro con l'ingaggio del capocannoniere di categoria della stagione precedente Morante che ora gioca, forse, nei dilettanti della Civitanovese. Il suo fu invece un vero flop tanto che i tifosi spesso invocavano il promettente Cissè che dopo qualche vicissitudine extracalcistica gioca ancora in lega pro con la Casertana.

VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, prima parte

Il campionato inizia male per l'Hellas con sconfitte a raffica e dopo poche partite Colomba prima e Cannella poi, se ne vanno; in panchina viene promosso l'allenatore della Beretti Davide Pellegrini (a tuttoggi allenatore delle giovanili dell'Hellas) che riesce ad abbozzare qualche risultato. Al suo esordio in panchina pesca il jolly mandando in campo il giovanissimo Giovanni Vriz che lo ripaga col gol partita al 93esimo contro la Ternana. Nutrivamo tutti molte speranze in quel giovane figlio d'arte che ora a 25 anni gioca nel FiumeBannia in Promozione.

Anche a livello societario c'è maretta in quanto la fantomatica cordata lombarda di Lancini (poi arrestato) sembra pronta a subentrare ad Arvedi con tanto di valigia di soldi fotocopiati e fasullo cardinale al seguito. Non se ne farà (fortunatamente) nulla ma il vulcanico Arvedi proporrà un ribaltone in occasione della sosta natalizia: nuovo direttore sportivo Giovanni Galli (che ora alterna velleità politiche al ruolo di opinionista televisivo), nuovo allenatore Sarri, che in questi giorni sta ben figurando con l'Empoli sulla sua prima panchina di A e soprattutto nove giocatori nuovi di zecca.

A vestire la maglia gialloblu, per la prima volta senza sponsor tanto per sottolineare la disgraziata stagione, vengono chiamati Gonnella e Minetti (il primo ora ha appeso le scarpe al chiodo mentre il secondo si diverte nei dilettanti con gli amici, come ci ha recentemente raccontato Paolo), Piocelle (gioca ancora in Francia nei dilettanti), Stamilla, anche lui oggi con i dilettanti, nei liguri del Carlin's boys, il veronese Garzon (attuale polmone del Cerea), Vigna (ora nei dilettanti toscani), e due giocatori che ancora oggi si distinguono nel campionato di lega pro: Di Bari ed Altinier rispettivamente ora alla Pistoiese ed Ascoli. Il primo, terzinaccio, ha segnato due reti pesantissime mentre il secondo, elegante punta, non segnava manco morto (rifacendosi con gli interessi negli anni successivi lontano da Verona). A completare i nuovi arrivi il giocatore forse più famoso (diventato poi il più famigerato dato il suo coinvolgimento, una volta ritiratosi, nel calcio scommesse): Antonio Bellavista.

Nemmeno Sarri riesce nel miracolo di far risorgere il Verona ed in fretta abbandona la piazza assieme a Galli; a marzo Arvedi ed il suo braccio destro Prisciantelli (ora imprenditore alimentare) nell'estremo tentativo di salvare la baracca chiamano al capezzale di un Hellas moribondo, un vecchio saggio del calcio, Nardino Previdi che rimette in sella Davide Pellegrini e rivitalizza l'ambiente ed i giocatori. La cura funziona, e quando ormai nessuno ci avrebbe scommesso un euro, all' ultimo minuto dello spareggio di Busto Arsizio l'Hellas si salva ponendo fine alla stagione più drammatica della sua centenaria storia.

Sono stati tanti i giocatori che sono scesi in campo in quella stagione senza lasciare traccia, tra questi Gianluca Di Giulio, già avanti con l'età, ha appeso le scarpe al chiodo la stagione successiva a Brindisi. Nutrita anche la schiera di giovani provenienti dal nostro vivaio: Luca Viviani e Francesco Giraldi sono in serie D con Legnago e Agropoli, Alessandro Castellan e Alessandro Tonolli in Eccellenza con Adriese e Vigasio, Simone Smania e Massimiliano Urbani in Prima Categoria con Pedemonte e Albaronco. Prima Categoria, almeno fino all'anno scorso, anche per Gianmarco Ravelli, all'epoca astro nascente e bomber delle nazionali giovanili.
Per quel che riguarda Giampietro Faggionato, Claudio Bozzola e Dmitri Iakovlevsky (!) non abbiamo notizie calcistiche recenti.
Ultima chicca: vi ricordate del fumantino e simpatico vice di Rafael, Francesco Franzese? Dopo lo scioglimento del Castel Rigone è approdato nel Chennaiyin FC, la squadra indiana di Materazzi. Doppio ruolo per lui: preparatore dei portieri e portiere (di riserva, of course).

Fine della prima parte

Arturo

Leggi la seconda parte



Hellastory, 11/11/2014
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6612 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
App Scommesse Verona
[www.hellastory.net] - {ts '2019-06-17 14:07:22'} - {ts '2019-06-17 21:07:22'}


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019