Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Le Ultimissime

VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, seconda parte


VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, seconda parte

Passata la paura di una ulteriore clamorosa retrocessione, Previdi con pochi denari a disposizione allestisce, per la stagione 2008/09, una formazione giovane e più adatta alla categoria attingendo ai numerosi contatti che ancora ha nel mondo del calcio sotto forma di prestiti. A dirigerla viene chiamato Gianmarco Remondina , una vita in terza serie (tuttora allena la Carrarese) vero esperto del campionato che da questa stagione assume la denominazione di Lega Pro Prima Divisione. Dal Chievo arrivano Parolo, ora colonna della Lazio e nel giro della Nazionale e Girardi che ancora gioca in lega pro nella Paganese dove è affiancato da un altro di quei giovani: Moracci. Dall'Udinese una promessa dalle buone doti tecniche ma caratterialmente difficile: si chiama Christian Tiboni il quale dopo aver giocato (e segnato ) anche in Europa League con il CSKA Sofia ora si barcamena in serie D nel ricostruito Padova. Dall'Inter arriva il capitano della squadra primavera, Puccio, che ancora oggi gioca nel Vigor Lamezia sempre in Lega Pro.

VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, seconda parte

La difesa è rivoluzionata, un elemento di spessore viene preso dalla Spezia si chiama Luca Ceccarelli e del nostro Hellas sarà in seguito anche capitano; ora è tornato in liguria e disputa il campionato di serie B. Poi altri giovani: Dario Campagna ora all'Arezzo in Lega Pro dove fa compagnia all'altro centrale difensivo di quella stagione Conti e un altro Dario, Bergamelli, il quale sta provando a far ritornare in B il nobile decaduto Novara . Due centrocampisti di allora hanno chiuso prematuramente la carriera: sono Anaclerio e Campisi quest'ultimo ricordato soprattutto per l'avvenenza della moglie, la soubrette Montanarini. Dalle serie minori in cui si è messo in luce per i molti gol segnati viene chiamato anche “l'enfant du pays” Scapini ma in patria avrà poca fortuna; oggi i suoi gol ancora li fa nella Virtus Vecomp in serie D. Infine dalla Triestina arrivano in prestito due giocatori argentini sconosciuti che avranno un destino totalmente opposto: il primo a mettersi in luce segnando un gol a Cremona è Franco da Dalt; ma poi sparirà in fretta andando ora a giocare nei dilettanti della Vibonese e tornando recentemente agli onori della cronaca per un flirt con la ex-moglie di Andrea Pirlo. Il secondo, che inizierà in ritardo la stagione per un infortunio ma che poi scriverà pagine importanti della storia del Verona è Juanito Gomez Taleb che tuttora segna per i nostri colori in serie A.

VE LI RICORDATE? - I PROTAGONISTI DELLA C, seconda parte

Mentre la squadra disputa un tranquillo campionato di alta classifica, a livello societario succede il finimondo: prima della sosta natalizia il conte Arvedi rimane vittima di un incidente stradale le cui conseguenze lo condurranno alla morte dopo circa tre mesi ed ecco che la proprietà passa nelle mani di Giovanni Martinelli il quale, coadiuvato da Massimo Ficcadenti nelle vesti di “consulente” rinforza la rosa all'ultimo giorno del mercato di gennaio con l'acquisto di Rantier, tuttora in lega pro all'Alessandria, Pugliese oggi ancora in attesa di sistemazione dopo il campionato col Cittadella in B lo scorso anno, Axel Vicentini che non vedrà mai il campo e che ora gioca nella Promozione abruzzese e infine Vanderhoeght meteora uruguaiana che gioca ancora nella B del suo paese con una squadra che si chiama Atenas ma che con il nostro Hellas condivide solo l’origine del nome. Qualche apparizione in quell’anno per Loseto, figlio di una colonna del Bari, ora nella D della sua regione con l’Ostuni e Filipovic tuttora nei dilettanti vicentini.
A fine stagione l'Hellas sfiora i play off per la promozione in B e Martinelli decide di investire pesantemente per l'anno successivo strappando al Sassuolo il direttore sportivo Nereo Bonato il quale sostituisce Previdi alle prese con gravi problemi di salute che ne causeranno la morte dopo poche settimane.
La stagione 2009/10 vede riconfermato Remondina ed il mercato di Bonato si fonda sull'acquisto di giocatori principalmente provenienti da due blocchi: dal suo Sassuolo si porta il giovane Massoni che ancora gioca in Lega Pro nel Monza e gli esperti Anselmi (ora ritirato), Selva e Pensalfini che giocano ancora, entrambi nel campionato di San Marino, concedendosi recentemente il primo un viaggio a Wembley con la nazionale del Titano documentato da Sky ed il secondo i preliminari di Champions League persi lo scorso agosto contro una squadra estone. Il secondo blocco attinge dalle ceneri del Gallipoli retrocesso dalla B (e fallito successivamente) da cui provengono Cangi, tuttora terzino dell'Ancona in Lega Pro, Esposito ancora a libro paga dell'Hellas ma in prestito al Venezia, Russo che sta disputando il campionato di B con la Ternana e la meteora Di Gennaro il quale sta “aggredendo il primo palo” in D nel Campobasso. Completano la rosa il giovane Farias che ha visto ora confermate le sue doti allora solo potenziali con l'ingaggio in serie A nel Cagliari e quattro giocatori che in questi mesi calcano i campi di lega pro: Bertolucci, ora al Cosenza, Berrettoni ora all'Ascoli, Colombo in forza al Tuttocuoio e Ciotola che milita nell'Ischia.
In quella formazione fecero qualche sporadica apparizione due giovani che ora militano dalle nostre parti in serie D, Kassum e Burato (che Bonato definiva un Top Player del campionato Primavera) rispettivamente in forza al Villafranca e all’Alto Vicentino. Ben altro destino per altri tre nomi che allora giocarono poche partite: il portiere Ingrassia, che sostituì Rafael in qualche occasione, dopo aver giocato nei professionisti della serie B belga è ora tornato in Sicilia nel Due Torri in serie D; l’allora giovanissimo Jorginho, che giocò qualche partita in coppa prima di essere ceduto in prestito alla Sambonifacese, è ora titolare nel Napoli dopo essersi consacrato con l’Hellas in B e poi in A. Svincolato, ma soprattutto dimenticato dal grande calcio, su cui ha recentemente rilasciato acidi commenti, è ora Sam Dalla Bona che tutti ricordiamo per aver segnato un gol importantissimo a Rimini.

La squadra domina il campionato sino a poche giornate dalla fine ma poi crolla; la promozione diretta sfugge all'ultima giornata nello scontro diretto al Bentegodi col Portogruaro e resta solo la chance playoff. Martinelli decide di scuotere una squadra ormai alla frutta esonerando Remondina e affidandosi a Giovanni Vavassori, allenatore vecchio stile che ora è uscito dal giro che conta, ma nemmeno questa mossa porta frutti in quanto battendoci in finale, in serie B ci va il Pescara.

Fine della seconda parte

Arturo

Rileggi la prima parte

Leggi la terza parte



Hellastory, 14/11/2014
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6645 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
[www.hellastory.net] - {ts '2019-07-20 07:04:52'} - {ts '2019-07-20 14:04:52'}


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019