mercoledì 22, h 18:30  
SALERNITANA2

HELLAS VERONA

2

PROSSIMO IMPEGNO
  sabato 25, h 20:45  
GENOA 

HELLAS VERONA

 
Hellas Verona english presentation

4. Il Campionato in lettere

 


A come Aglietti. Caro Alfredo. Ci garbavi come giocatore, ci garbi anche come allenatore. Che dire se non un immortale grAzie!

B come Chievo. Esatto. Siamo contenti.

C come "Comecaxxosichiama?" Senza parole...

D come Dicotomia. La realtà agli occhi dell'allenatore che non ha terminato il campionato è stata costantemente ben diversa dalla realtà reale...

E come Ermetismo. "Sul piano letterario con il termine ermetismo si sottolinea una poesia dal carattere chiuso (ermetico) e volutamente complesso, solitamente ottenuto attraverso un susseguirsi di analogie di difficile interpretazione." (cit.) Ecco. Le interviste dell'allenatore che non ha portato a termine la stagione le possiamo forse catalogare tra le maggiori composizoni di questo filone...

F come Flemma. Tra un possiamo fare meglio e un me lo chiedete da inizio campionato... La parlantina del mister che non ha finito il campionato è stata un tripudio di valium...

G come Gente di Verona. Si. Noi. Che nonostante tutte le cose senza senso e senza logica che abbiamo visto e sentito in questa stagione, non ci lasciamo vincere dal disincanto.

H come Hasta la vista B. Speriamo di rincontrare la serie cadetta tra un paio di lustri almeno...

I come Inverosimili. La promozione vissuta quest'anno. La carica del Bentegodi durante l'atto conclusivo.

J come Japan League... Nemmeno lì caro mio, nemmeno lì...

K come KO. Per il Cittadella... Il gol di tacco di Di Carmine...

L come Leggerezza. Quella che Aglietti è riuscito a dare alla squadra durante i playoff.

M come Miserabili. I teatrini teletrasmessi da certe tribune televisive, dove al posto di tifare e gioire, si viveva con astio e livore i successi finali...

N come "Non siamo obbligati a vincere"... Vabbè dai, sorvoliamo...

O come "Omnia fert aetas". Già... Speriamo...

P come Playoff. Affrontarli da quinti ci piace...

Q come "Quantum of Solace". Dopo le grosse assurdità susseguite in questo campionato, si può dire che la gioia finale ci ha dato un po' di conforto.

R come "Robe da matti". Ogni partita una formazione diversa... Facepalm...

S come Stopper. Ora definito difensore centrale strutturato. Affidato per quasi tutto il campionato ad un centrocampista talentuoso ma scostante. Ci piacerebbe che ci spiegassero il motivo...

T come Troppo. Il tempo per mandare via un allenatore...

U come Udine. Già. Questa stagione calcistica ha prodotto come risultato il riportare solo il derby del Triveneto in serie A. Siamo contenti.

V come Verona. In A finalmente siamo solo noi.

W come Wonderwall. Il muro gialloblu della Curva Sud.

X come Xenomorfo. Il calcio del mister che non ha terminato il campionato sembrava una bruttura letale tal quale alla creatura concepita da H.R. Giger...

Y come You'll never walk alone. Il coro più bello, intenso ed emozionante. Rivisitato con le nostre idee gialloblu. Siamo certi che impressionerà anche chi arriva da Madeira...

Z come Zorro. Il nostro baffetto Zaccagni, leader a suo modo. Con lui in campo è stato sempre un Verona più efficace.



Matteo




Hellastory, 17/06/2019

SIAMO NELLE MANI DI DI FRANCESCO


Ogni comunità sociale (gruppo di lavoro, di intrattenimento o familiare che sia) per funzionare ha bisogno che, al suo interno, vengano ricoperti una serie di ruoli specifici. È infatti necessaria la presenza di colonne, ovvero soggetti affidabili e risolutori, di sarti silenziosi in grado di cucire le relazioni con la loro disponibilità e capacità di adattamento, di almeno un leader emotivo che prende le decisioni e trascina verso l'obiettivo e perfino di un bastian contrario, ruolo positivo quando finalizzato a mettere in discussione processi e decisioni troppo accomodanti e poco profittevoli. I ruoli non vengono assegnati a tavolino, emergono spontaneamente a seconda dell'indole e può accadere che se ne copra occasionalmente più di uno. Escludendo in partenza l'individuazione del bastian contrario per ovvi motivi, Il Verona di quest'anno ha ben identificabili le proprie colonne (Faraoni, Veloso, Lazovic, Ilic, Magnani, Barak) e i sarti silenti (Tameze, Ceccherini, Casale, Dawidowicz, Gunter). In prospettiva, anche i nuovi arrivati Hongla, Montipò, Caprari e Frabotta potranno assumere un ruolo specifico. Manca però il leader emotivo. Non lo è certo Lasagna che continua a nascondersi e nemmeno Simeone che deve prima riconquistare se stesso a suon di gol e di prestazioni. Nelle ultime due stagioni lo è stato Juric, e lo sarebbe potuto essere Zaccagni se non avesse preferito la via comoda dei soldi e del palcoscenico laziale. Questo è un problema però perché viene a mancare una sorte di equilibrio interno nelle dinamiche di gruppo che può avere conseguenze anche nelle prestazioni.

[continua]
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7442 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
[www.hellastory.net] - {ts '2021-09-23 18:58:31'} - {ts '2021-09-24 01:58:31'} [browser]


191119121913191419151919192019211922192319241925192619271928192919301931193219331934193519361937193819391940194119421943194419451946194719481949195019511952195319541955195619571958195919601961196219631964196519661967196819691970197119721973197419751976197719781979198019811982198319841985198619871988198919901991199219931994199519961997199819992000200120022003200420052006200720082009201020112012201320142015201620172018201920202021