Coppa Italia 1939/40

Il Verona in Coppa Italia Nella Coppa Italia con più squadre partecipanti di sempre, ben 155 (nelle edizioni odierne ne partecipano 48), a giocarsi la finale sono la Fiorentina e il Genova 1893. I toscani, modesti in campionato (alla fine arriveranno solo tredicesimi con la peggior difesa del torneo), sono reduci da un cammino esaltante in Coppa, dove hanno eliminano rispettivamente il Cavagnano (7-1), il Milan (1-1 e 5-0 nella ripetizione), la Lazio (4-1) e la Juventus (3-0). Meno brillante è stata invece la traiettoria seguita dall'altra finalista, il Genova 1893, che è arrivato all'atto conclusivo dopo essersi sbarazzato della Reggiana (2-1), del Napoli (1-0), del Modena (2-1) e del Bari (1-0). I pronostici alla vigilia sono quanto mai incerti. Il Genova, allenato dall'inglese Willy Garbutt, è una squadra che ha lottato fino a maggio per lo scudetto e pratica un calcio estremamente innovativo (con il cosiddetto Sistema o WM per il modo in cui i calciatori sono messi in campo), ma è dato in notevole flessione. Di fronte c'è l'entusiasmo della Fiorentina, autentica sorpresa del torneo, che paga però in fatto di tasso tecnico e organizzazione di gioco. Alla fine a prevalere è la migliore condizione psico-fisica dei gigliati, che si impongono grazie a una rete del mediano Celoria.

Il Verona, invece, colleziona ancora una volta una brutta figura, facendosi eliminare addirittura dalla Fiumana, formazione istriana nota più per i significati nazionalistici che porta con sé che per i meriti calcistici.

Nella foto sotto Willy Garbutt, artefice del ritorno del Genoa ai vertici.
clicca per ingrandire Numeri dell'edizione. Squadre partecipanti: 155. Marcatore: non disponibile.

Numeri Verona. Score: 1 partita, 0 vinte, 0 nulle, 1 persa, 0 gol fatti, 1 gol subito, 0 punti. Marcatore: nessun gol segnato.

Curiosità: Ad eliminare il Verona è la US Fiumana, formazione aranciostellata di Fiume, città di confine tra l'Istria e la Dalmazia, entrata a far parte del territorio italiano il 27 gennaio 1924 per poi tornare alla Jugoslavia in seguito alla seconda guerra mondiale,. Al di là delle vicende storiche legate alla città di appartenenza, va detto di come la Fiumana sia stata un'importante realtà calcistica dell'epoca, fungendo da trampolino di lancio per numerosi calciatori di talento e disputando due tornei di Serie B. Sulla storia di questa società, scomparsa nel 1945, è stato scritto un libro, intitolato proprio •«Fiumana•», disponibile all'indirizzo www.bibliotecadelcalcio.it.
La Fiumana, il cui cammino in quell'edizione si arrestò al 4•° turno contro la Liguria (0-0 e 2-4 nella ripetizione), non fu l'unica squadra •«straniera•» del torneo: a farle compagnia infatti c'era anche l'istriana Grion Pola, che fu eliminata al primo turno con uno secco 5-0 dalla Ponziana.

Accadeva quell'anno. 1940:
- Il 12 giugno l'Italia entra in Guerra alleata con la Germania.
- il 4 settembre Peter Carl Goldmark realizza la prima trasmissione tv a colori.
- Chaplin dirige •«Il grande dittatore•».
RISULTATI

3•° TURNO - 12 Novembre 1939

Fiumana-VERONA 1-0 Cavalieri (F)
PRESENZE E GOL DEI GIALLOBLU
Giocatore Ruolo Presenze Reti
ANDREIS - 1 0
DI PRISCO - 1 0
FACCHIN - 1 0
FACCI - 1 0
FELINI - 1 0
GRADELLA - 1 -1
Giocatore Ruolo Presenze Reti
MARINI - 1 0
MOROSI - 1 0
PINI - 1 0
SABADINI - 1 0
SABAINI - 1 0

clicca per ingrandire FINALE - Firenze - 15 Giugno 1940

FIORENTINA - Genova 1893 1-0 Celoria (F)

A sinistra, la foto della Fiorentina autentica dominatrice del torneo.

Fiorentina: Griffanti; Da Costa, Piccardi; Ellena, Bigogno, Poggi II; Menti II, Morselli, Celoria, Baldini, Tagliasacchi.
Genova 1893: Ceresoli; Marchi, Borelli; Genta, Sardelli, Michelini; Neri, Arcari IV, Bertoni S., Gabardo, Garibaldi.
Arbitro: Barlassina di Torino.
Andrea Perazzani 2003-2019 Hellastory è ottimizzato per una risoluzione dello schermo di 800x600 pixel. Per una corretta visione si consiglia l'uso del browser Microsoft Internet Explorer versione 5 o successiva con Javascript, Popup e Cookies abilitati. Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte. Per qualunque informazione contattateci. []