LA CURVA SUD E LE BRIGATE GIALLOBLU

INTRODUZIONE


Nelle righe (parecchie per la verità) che seguono, non troverete LA storia delle Brigate Gialloblu, ma UNA storia delle Brigate Gialloblu, vale a dire una versione, la più obiettiva possibile, su un fenomeno sociale che anche dopo lo scioglimento del gruppo storico, avvenuto nel 1991, ha mantenuto intatto il suo peso coinvolgendo ancora oggi migliaia di giovani e meno giovani. UNA storia, perché nel tentativo di raccogliere notizie documentate, date, nomi e quant'altro possa servire a tracciare un ritratto definitivo della curva sud veronese, ci siamo imbattuti in tante versioni, alcune diametralmente opposte; abbiamo letto e sentito tante parole ma i fatti certi o accertabili non sono moltissimi e sono tutti per lo più già conosciuti. Pertanto, abbiamo messo insieme tasselli raccolti qua e là, cercando di attenerci ai fatti e cercando di non cadere nell'ipocrisia o nel giudizio spiccio. Se qualcuno si aspetta notizie bomba, scoop o giù di lì, rimarrà probabilmente deluso, ma tant'è: sulle Brigate si è detto tutto e il contrario di tutto, se ne sono occupati sociologi, politici, psicologi, procuratori della repubblica, sacerdoti. Una voce in più non dovrebbe guastare.

In definitiva vorremmo che questo lavoro fosse un punto di partenza, un paradigma su cui iniziare a lavorare, dinamico, duttile e sempre pronto ad essere aggiornato da nuove e diverse testimonianze.

La nostra ricostruzione si divide in tre parti:

I PRIMORDI DEL TIFO ORGANIZZATO E L'ESPLOSIONE DEGLI ANNI '70: una panoramica sintetica sulla nascita delle curve italiane e della figura degli ultrà, un'introduzione doverosa per capire in quale contesto nascono le Brigate;

LE BRIGATE GIALLOBLU E LA CURVA SUD DAL 1971 AL 1982: i primi 10 anni della curva sud, al seguito del Verona di Garonzi, con l'intermezzo della B fino alla rinascita dell'Hellas con Bagnoli;
prima parte | seconda parte

GLI ANNI '80 E LO SCIOGLIMENTO DELLE BRIGATE GIALLOBLU: le Brigate e il Verona scudettato, ma anche la violenza, lo scontro con la dirigenza Chiampan, le diffide, gli arresti, le proteste, la fine del ciclo di Bagnoli e lo scioglimento. A supporto della narrazione, alcune testimonianze di "ex brigatisti".
prima parte | seconda parte


Mettetevi la sciarpa, schiarite la voce e controllate se avete in tasca il biglietto di curva sud e gli spiccioli per il caffè Borghetti. Adesso si parte sul serio!

Davide
Andrea Perazzani 2003-2017 Hellastory è ottimizzato per una risoluzione dello schermo di 800x600 pixel. Per una corretta visione si consiglia l'uso del browser Microsoft Internet Explorer versione 5 o successiva con Javascript, Popup e Cookies abilitati. Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte. Per qualunque informazione contattateci. []