Verona, 20/02/2000 ore 15:00 - Serie A - Giornata 22
HELLAS VERONA

(4-3-1-2): Frey; Diana, Franceschetti, Apolloni, Falsini; Brocchi, Marasco, L.Colucci; Morfeo; Adailton (sostituzione 46' Melis ammonito), Cossato (sostituzione 66' Cammarata). All: Prandelli
  4   
PARMA

(3-5-2): Buffon; Thuram, Lassisi, F.Cannavaro; Fuser, Dabo ammonito (sostituzione 69' Di Vaio), Walem, D.Baggio espulso, Bennarivo; Crespo, Stanic (sostituzione 63' Longo). All: Malesani
  3   
Marcatori: H.Verona: 1' Brocchi, 48' Morfeo, 54' Colucci L., 80' Melis
Parma: 6' Stanic, 20' Fuser, 22' Crespo
Arbitro: Paparesta
Note: 16.000 spettatori

20/02/2000: Hellas Verona-Parma 4-3

Un secolo d'amore con una scala al posto del cuore Non si può dire che Verona-Parma sia una classica del calcio italiano o una partita dalle particolari suggestioni, ma in alcuni casi non serve il prestigio o la tradizione a rendere una partita memorabile, possono bastare le forti emozioni e i gol. Ciò è quello che è successo il 20 febbraio 2000 quando un Verona alla disperata ricerca di punti salvezza è riuscito a sconfiggere il Parma al termine di una entusiasmante rimonta. Il match si disputa in una giornata soleggiata ma fredda, di fronte ad un pubblico non molto numeroso (16000). Peccato per coloro che sono rimasti a casa, alla fine si mangeranno le mani per la rabbia. Il Verona parte a sprombatutto e già al 2' minuto trova il gol con Brocchi, che sfruttando una sponda di Adailton, fa partire una bordata dal limite, che si insacca alla sinistra di Buffon. Dopo 2 minuti Diana tira alto. Il Verona sembra poter controllare la partita, ma già al 6' arriva la doccia fredda, una splendida combinazione Crespo-Stanic porta il croato a segnare un gran gol. I gialloblu rispondono con una punizione di Adailton che sfiora l'incrocio, ma poi crollano e in 14 minuti subiscono altri 2 gol: il primo di Fuser che conclude nel migliore dei modi una poderosa discesa di Thuram e il secondo di Crespo che sfrutta un tremendo pasticcio difensivo di Franceschetti, Diana e (soprattutto) Frey. Il Parma sembra avviato ad una goleada mentre il Verona è sempre più vicino al baratro della B.I ragazzi di Prandelli tuttavia cominciano piano a piano a riprendersi, e negli ultimi 5 minuti mette in difficoltà la difesa parmense.
clicca per ingrandire
Al 40' è Cossato che, sfruttando un assist di Morfeo, impensierisce Buffon mentre al 42' Morfeo svirgola un bel cross di Falsini. I quindici minuti di intervallo rigenerano ulteriormente i nostri che al ritorno in campo sembrano un'altra squadra. E' Morfeo a suonare la carica quando al 3' minuto prima si procura una punizione dal limite e poi la trasforma sfruttando una grave incertezza di Buffon. I tifosi capiscono che il pareggio non è un miraggio ed incitano la squadra che risponde mettendo in campo cuore e determinazione. Ci pensa Dino Baggio a facilitare le cose, facendosi espellere per una stupida gomitata su Brocchi. Il Verona ne approfitta subito e dopo soli 2 minuti pareggia: punizione dalla fascia destra, Morfeo pennella per Leo Colucci, lasciato incredibilmente solo in area, che da due passi trafigge di testa Buffon. La curva si scatena, ed intuisce che a questo punto tutto è possibile.

L'Hellas gioca splendidamente e mette a ferro e fuoco la difesa emiliana: al 18' i nostri si trovano in 5 contro 3 difensori parmensi ma sciupano tutto, al 14 Marasco tira di poco a lato dopo una splendida combinazione Melis-Morfeo-Brocchi, mentre al 21' Morfeo viene atterrato in area, senza però che l'arbitro conceda il rigore. Sembra ormai inevitabile il gol che infatti arriva puntuale al 35 quando uno sciagurato retropassaggio di Lassisi, aggravato da uno stop errato di Thuram mette il lesto Melis nella condizione di segnare il 4° gol e di mandare in delirio lo stadio. Ormai la partita è finita, ma c'è ancora spazio per la traversa colpita da Morfeo con una splendida girata. Il Verona grazie ad un secondo tempo formidabile riesce così a portare a termine l'impresa.
Così oggi Prandelli commenta questa entusiasmante partita: «Durante l'intervallo ci siamo guardati in faccia, ci siamo parlati e abbiamo capito che se veramente volevamo vincere, lo potevamo fare. E ciò è quello che effettivamente è successo. Quella partita è stata la svolta del nostro campionato, ci ha fatto capire che con l'impegno e la determinazione avremmo potuto mettere in difficoltà chiunque».
Classifica 21a g. Classifica 22a g.
pos. squadra pt. pos. squadra pt.
1 Juventus 44 1 Juventus 47
... ...
6 Parma 34 6 Parma 34
... ...
12 Perugia 24 12 Perugia 25
13 Torino 22 13 Torino 23
14 Reggina 21 14 Reggina 22
15 Venezia 19 15 H.Verona 21
16 H.Verona 18 16 Venezia 19
17 Cagliari 15 17 Cagliari 16
Piacenza 15 18 Piacenza 15
... ...
Andrea Perazzani 2003-2021 Hellastory è ottimizzato per una risoluzione dello schermo di 800x600 pixel. Per una corretta visione si consiglia l'uso del browser Microsoft Internet Explorer versione 5 o successiva con Javascript, Popup e Cookies abilitati. Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte. Per qualunque informazione contattateci. []