domenica 18, h 20:30  

HELLAS VERONA

1
CREMONESE2

PROSSIMO IMPEGNO
  domenica 25, h 20:45  

HELLAS VERONA

 
BOLOGNA 
Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Le Ultimissime

I protagonisti della B - seconda parte


I protagonisti della B - seconda parte

dal nostro amico Arturo

Conclusa la stagione del ritorno in B con parecchio amaro in bocca visto lo svanire di una promozione che sembrava cosa fatta a poche giornate dal termine si apre per l'ultracentenaria storia dell' Hellas un nuovo capitolo. Patron Martinelli trova il suo successore negli ambienti lavorativi comuni ad entrambi ed il nuovo proprietario Maurizio Setti si presenta con dichiarazioni roboanti che fanno alzare qualche sopracciglio soprattutto tra chi presume che dietro all'imprenditore carpigiano si celi un finanziatore occulto. E' solo questione di pochi giorni poiché alle promesse fanno seguito i fatti e lasciato il titolo di presidente onorario a Martinelli, la nuova proprietà autorizza il direttore sportivo Sogliano ad una campagna acquisti stellare e sotto l'Arena prende corpo un nuovo staff dirigenziale tra cui svetta il nome del direttore Gardini ed un numero consistente di giocatori pescati anche in serie A. Addirittura anche il tecnico Mandorlini sembra in bilico ma i risultati ottenuti nella stagione e mezza precedente ed un rapporto di simbiosi con i tifosi che cresce ogni giorno gli garantisce la panchina.

Tra i primi ad arrivare è Rivas, un estroso attaccante di fascia che non lascerà il segno e che tuttora è svincolato ed altri due giocatori che nello stesso ruolo non hanno poi dimostrato un granché come Carrozza ora al Nardò in serie D e Grossi ora all'Arezzo in lega pro. A centrocampo si cerca la solidità con il ritorno all'ovile dopo tanto girovagare di Laner che ora gioca nel Modena in lega pro, e con l'acquisto sulla carta di un vero ‘crack' per la serie B che risponde al nome di Armin Bacinovic dal Palermo. Lo sloveno però non ha lasciato il segno e milita ancora in B nella Ternana appena affrontata dai gialloblu. Chi invece fece la differenza con una stagione favolosa è stato Martinho talentuoso brasiliano che ora a Bari cerca di ripercorrere le gesta che a Verona lo fecero conoscere.

Per la difesa vennero ingaggiati dalle squadre milanesi due giovani molto promettenti che ancora oggi sono nella rosa di Pecchia; Bianchetti ed Albertazzi mentre dal Bologna dove era stato dirigente qualche anno prima, Setti garantì per lo spagnolo Crespo. Non convinse appieno ma ora comunque gioca tuttora in Grecia nel Paok Salonicco iscritto all' Europa league. Pochissime partite per Fatic che dopo aver testato il campionato malese (!) ora gioca in Bosnia nello Sloboda Tuzla e per altri due giovani, Verdun svincolato dopo l'esperienza alla Virtus Vecomp ed il portiere Berardi, ora al Messina in lega pro . Un altro acquisto che sembrava una garanzia, fu quello di Pesoli che svolse il ritiro con i compagni ma che poco prima del tesseramento fu costretto ad abbandonare poiché squalificato per le inchieste sul calcio scommesse a cui clamorosamente si oppose protestando in catene ai cancelli della FIGC. Rimasto senza difensore centrale Sogliano in fretta e furia cercò un'alternativa trovandola in Moras che entrò subito nei cuori dei tifosi per il suo impegno costante e per le sue vicissitudini extracalcistiche vissute con grande coraggio; dopo quattro bei anni a Verona anche da capitano ora lo affronteremo da avversario col Bari.

In attacco Sogliano calò tre assi; per primo arrivò dopo una buona stagione all' Albinoleffe, Andrea Cocco ma a causa di un infortunio nella preparazione fece solo intravvedere qualcosa; ora gioca a Frosinone. Poi sulla carta il vero colpo da maestro, quel Bojinov che solo pochi anni prima giocava nella Juve ma che qui a Verona si limitò ad essere comprimario per pochi mesi; le sue giocate, e probabilmente anche la sua avvenente signora, sono ora ammirate a Belgrado dove gioca con il Partizan. Il colpo decisivo Sogliano lo riserva all'ultimo istante del mercato quando dopo una sfida con lo Spezia ed un testa a testa con Sforzini, il Verona si aggiudica Cacia, bomber storico della B. Mai acquisto fu più indovinato e per lui parlano i suoi 24 gol (capocannoniere della B in quella stagione) che ora tenta di ripetere all'Ascoli. Nello stesso momento di fine mercato arrivò anche un terzino che da Verona non se ne è mai andato ma che ora veste l'altra maglia cittadina, Fabrizio Cacciatore.

La stagione vide fin dall'inizio il Verona nelle parti alte della classifica ma ciò nonostante la bulimica attività di Sogliano non si fermò nemmeno a Gennaio quando altri tre arrivi completarono una rosa già molto competitiva e diedero il tocco finale per concludere una stagione di grandi soddisfazioni: scesero dalla serie A e diedero il loro prezioso contributo il danese Nielsen che ora gioca in Norvegia nel Sarpsborg 08, Alessandro Sgrigna, che ora sta chiudendo la carriera nei dilettanti del Leodari ed il terzino Agostini famoso anche per non aver segnato nessun gol nelle sue 444 partite nei campionati di A e B disputati e che poi a Verona nel giugno 2015 concluse la carriera. Nella scia del Sassuolo l'Hellas venne promosso direttamente e a tutti i tifosi resta ben impressa nella memoria la festa della promozione del 18 maggio 2013 quando una non-partita con l'Empoli matematicamente riportò la nostra squadra nella massima divisione.

Di quella bella festa ricordiamo una bella immagine di Martinelli ancora tra i suoi ragazzi con un parruccone gialloblu che scherza e festeggia negli spogliatoi mentre fra qualche giorno tristemente ricorrerà il suo terzo anniversario della scomparsa. Festeggiavamo tutti quel giorno assieme a Sogliano che ora lavora a Bari e a Gardini approdato di recente all'Inter per collaborare con la nuova proprietà cinese. Ma la gloria passa in fretta e dopo un rapporto altalenante con il presidente, Mandorlini è stato esonerato nel novembre scorso; risulta sempre l'allenatore gialloblu più longevo e vincente dopo Bagnoli ed è ancora sotto contratto con la società al cui timone rimane ai giorni nostri il presidente Setti il quale dopo la delusione della recente retrocessione e la conseguente rivoluzione dell'estate appena trascorsa, ha intrapreso un serio progetto di rilancio e si sta impegnando, con l'aiuto di tutti noi tifosi , nel riportare immediatamente l'Hellas in serie A.



Hellastory, 20/10/2016
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6676 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
[www.hellastory.net] - {ts '2019-08-19 23:59:04'} - {ts '2019-08-20 06:59:04'}


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019