lunedì 8, h 21:00  
PALERMO1

HELLAS VERONA

0

PROSSIMO IMPEGNO
  lunedì 22, h 15:00  

HELLAS VERONA

 
BENEVENTO 
Hellas Verona english presentation

Pagina   2 3 4 5 PIU' RECENTI    

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

PIACENZA: L'ULTIMA DI A (ovvero l'arte di retrocedere)


PIACENZA: L'ULTIMA DI A (ovvero l'arte di retrocedere)

Non si può non partire da lì: 5 Maggio 2002. Scende al «Granilli», la banda Malesani (con 2 futuri campioni del mondo in campo, uno in panchina e un fuoriclasse romeno). Bisogna muovere una classifica asfittica per non cadere tra i cadetti. Fino a quel punto, nel girone di ritorno, abbiamo conquistato la bellezza di 14 punti in 16 partite, le più, inguardabili (quel gol del torinista Franco, al Bentegodi, grida ancora vendetta). E sì che la squadra aveva cominciato giocando bene, il tasso tecnico non trascurabile e si arriva a parlare, apertamente, di zona UEFA. Poi il tracollo. Il Verona che va a Piacenza, per gli ultimi 90 minuti, è una squadra praticamente già condannata. Lo «spareggio» non ha storia. Il 3 a 0 finale segna una delle p ... [continua]

Hellastory, 12/10/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

PESCARA, UN RICORDO TRISTE


PESCARA, UN RICORDO TRISTE

Le poche righe che seguono, vogliono essere un omaggio e un'opportunità per non dimenticare un nostro caro e sfortunato gialloblù: Mario Giacomi.

E' l'estate 1976 e il Pescara s'appresta ad affrontare il campionato cadetto. L'allenatore Giancarlo Cadè, ex trainer del Verona, vuole affiancare al collaudato Piloni, un giovane portiere di sicuro affidamento e la scelta non può che cadere su quel biondino che proprio lui aveva fatto debuttare in Serie A, nel Marzo 1974 a Cagliari, nelle file dell'Hellas. Lui parte riserva, ma non avrebbe impiegato molto tempo per farsi apprezzare. Debutta, tra l'altro, nel corso della stagione, nell'Italia Militare che deve affrontare la fase finale del Campionato Mondiale ... [continua]

Hellastory, 28/09/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

LE «REGINE» DELLA B

Hellastory: Carl Attacks!

LE «REGINE» DELLA B

Ovvero Brescia e Verona, le due squadre con più partecipazioni al campionato cadetto (50 e 49). Due squadre che andranno ad affrontarsi, in competizioni ufficiali, per l'82^ volta. Da sempre partite condite da accesa rivalità e più di una volta accompagnate da episodi censurabili.

Ho passato a ritroso, sull'Almanacco, la lunga teoria di risultati, cercandone uno eclatante e che fosse di buon auspicio.

3 Maggio 1987 – 28^ giornata del campionato di A: VERONA-BRESCIA 4-1.

Pochissimo di primaverile quel giorno, anzi, nella fase finale dell'incontro, un violento acquazzone, che se non ha influito sul risultato, di sicuro è servito a sbollire la rabbia degli incazzatissimi tifosi bresc ... [continua]

Hellastory, 22/09/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

VERONA - LECCE

Hellastory: Carl Attacks!

VERONA - LECCE

Dei 19 incontri disputati a Verona dai salentini (6 in A, 11 in B, 1 in C e 1 in Coppa Italia), ho scelto quello dell'8 settembre 1985: il loro primo nella massima divisione, ma soprattutto il nostro primo in campionato con lo scudetto sulle maglie.

C'è interesse e curiosità attorno alla squadra e il calendario sembra aver dato una mano ai neo campioni che, affrontando in casa una modesta matricola, dovranno svolgere solo la formalità di mettere da parte i primi due punti del torneo.

Non è proprio così: i gialloblù partono con il piede sbagliato e addirittura rischiano di perdere contro una formazione che in 73 anni di vita mai aveva respirato aria di serie A.

Già in Coppa Italia, nelle cinque gare del girone e ... [continua]

Hellastory, 15/09/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

MODENA - VERONA


MODENA - VERONA

Finalmente si parte. Abbiamo tutti voglia di calcio giocato. E' passata la sbornia mondiale, e siamo subito pronti a perder la testa, come sempre, per i nostri colori.

E i gialloblù incontrano subito i ….. gialloblù. E' una sfida classica, per la serie B, quella che ci vede opposti ai «canarini». Delle 21 squadre, che andremo ad affrontare, il Modena è secondo solo al Brescia. Sabato sarà nostro avversario per la 28^ volta, con le «rondinelle», alla quarta giornata, arriveremo a 30.

Un breve cenno ai numeri. Al Braglia l'1 è uscito 13 volte, altrettante l'X e solo una volta s'è fatto bottino pieno, era il 1956 (sic), cinquant'anni fa. Giusto il doppio le reti fatte dai modenesi 46 a 23.

... [continua]

Hellastory, 07/09/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

CINQUE «VERONESI» AL MUNDIAL


CINQUE «VERONESI» AL MUNDIAL

E' la primavera di vent'anni fa. Si chiude mestamente il Campionato di Serie A 1985/86 giocato dall'Hellas con lo scudo sul petto. Le crude statistiche lo piazzano al 10° posto, a soli cinque punti dalla zona retrocessione. Si paga, in questo modo, una campagna acquisti «sballata» a causa anche delle pressioni della Juventus, che riesce a scaricare Vignola in cambio di un robusto pacchetto di miliardi. Qualche responsabilità ce l'ha anche Bagnoli, cambiando il modulo di gioco (vuole applicare la zona), ma l'operazione si rivela subito infelice e si ritorna all'antico.

Sicuramente da ricordare, nell'annata, la partecipazione alla Coppa dei Campioni: l'aver espugnato Salonicco ed essere stati estromessi nella maniera che tutti sap ... [continua]

Hellastory, 01/06/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

IL MITO DEL COACH


IL MITO DEL COACH

Oggi non voglio parlare del Verona. Del resto, la salvezza è quasi raggiunta, le vicende societarie sono sempre vaghe e tutto quanto sta succedendo intorno al calcio, in questi giorni, mi induce a pensare ad altro. E allora, idealmente, attraverso la Manica e vado a far la conoscenza di un personaggio che quotidianamente imperversa nel guestbook. E' il mio piccolo omaggio al mister dei VAG e soprattutto ai più giovani frequentatori del sito, che forse non conoscono la storia del mito del coach.

Martin Harcourt Chivers nasce un venerdì, il 27 Aprile del 1945 a Southampton, nell'Hampshire. L'aitante centravanti, questo è il suo ruolo, muove i primi calci nelle giovanili dei Saints, come viene chiamata la squadra d ... [continua]

Hellastory, 18/05/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

BENTEGODI STADIO FACHIRO


BENTEGODI STADIO FACHIRO

Devo essere sincero, venerdì scorso, in occasione di Catania-Verona, avevo pronosticato una sicura vittoria degli etnei, come parecchi di voi, mi pare. Sarebbe stata la quinta sconfitta consecutiva e il dato cominciava ad essere interessante ai fini statistici. Tempi di vacche magre, pensavo, e di record negativi. E ho cominciato a scartabellare almanacchi alla ricerca di sequenze altrettanto penose.

Non ho dovuto andare tanto indietro nel tempo: cinque anni fa, proprio in questo periodo, il Verona di Perotti, che si salverà nello spareggio di Reggio Calabria, aveva inanellato una cinquina niente male, buscandole nell'ordine da Roma, Juventus, Brescia, Reggina e Milan. Ad onor del vero, per trovare un filotto analogo bisogna r ... [continua]

Hellastory, 04/05/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

LE GIORNATE NERE


LE GIORNATE NERE

E sgombriamo subito il campo da ogni equivoco politico e di qualsiasi altra natura. Parliamo di quelle giornate, nelle quali, per una serie di circostanze, siamo stati testimoni di fatti, che mai avremmo voluto vedere e di comportamenti sicuramente biasimevoli. Le giornate che hanno visto il tifoso gialloblù finire dietro la lavagna.

Non occorre andare tanto indietro nel tempo per cominciare: 11/03/2006 e 13/05/2005. Il trattamento riservato, da alcuni spettatori, a Asamoah Gyan, attaccante ganaense del Modena e a Ferdinand Coly, difensore senegalese del Perugia, non è dei più ortodossi, con conseguente obbligo di giocare la successiva partita interna a porte chiuse, come da sanzione. Bentegodi inibito al pubblico dunque. Ma c ... [continua]

Hellastory, 20/04/2006

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

I TIFOSI «SPECIALI»


I TIFOSI «SPECIALI»

Al seguito delle squadre di calcio, da sempre ci sono personaggi pittoreschi che, animati da sincera passione e ingenuità fanciullesca, seguono le vicende dei loro beniamini, sostenendoli e rincuorandoli in continuazione.
I loro abbigliamenti e comportamenti sono di solito eccentrici e talvolta esibizionistici, ma è senz'altro sincero il loro attaccamento ai colori e per questo li ho sempre apprezzati.

Lo spunto me lo da il nostro Fabio da Milano che, da bambino, sugli spalti del Meazza, in occasione di un Milan-Verona disputato sottozero, ha incrociato un tifoso dell'Hellas in pantaloncini gialloblu e a petto nudo e mi chiede qualche notizia su di lui (non oso chiedergli quanto si sia portato avanti questo trauma infan ... [continua]

Hellastory, 23/03/2006

Pagina   2 3 4 5 PIU' RECENTI    

LE IMPERFEZIONI


E' ufficiale: ci giochiamo tutto nei playoff. A cinque giornate dal termine del campionato non abbiamo più nulla da scoprire. E nemmeno più nulla da dire. Del resto, non vinciamo da un mese esatto. Questo perché il Verona è una squadra imperfetta. Accreditato di un rosa di vertice non ha mai espresso realmente il suo potenziale, propone un gioco insulso, fastidioso, subisce continue amnesie difensive e incassa reti assurde pur avendo il migliore portiere del campionato. Non tira mai in porta. In ogni partita hai sempre l'impressione che gli assenti abbiano ragione: ieri si sentiva la mancanza di Matos e Crescenzi, oggi quella di Zaccagni, domani quella di Pazzini e così via. Ma anche questo non è poi sempre vero: a Perugia, senza 6 titolari (titolare? concetto oscuro e non appartenente a Grosso) ha sfoderato la più bella prestazione dell'anno. Manca di continuità questa squadra, è immatura, confusa dentro perché ha l'ossessione di recitare un unico copione. Non necessariamente quello che porta poi al risultato. Quante occasioni abbiamo sprecato? Un'infinità. Il problema di fondo è che Grosso è un allenatore imperfetto. Complicato, contorto, incapace di trovare una strada da seguire. Avrà pure vinto il Mondiale e tanti scudetti da calciatore, ma da allenatore è rimasto prigioniero della logica dei pupazzetti della Playstation. Per noi, che abbiamo visto campioni veri in panchina come Bagnoli, Prandelli e Mandorlini che vincevano campionati con 15 o 16 giocatori al massimo (e come loro anche Cadè e Valcareggi) il socialismo tattico di Grosso appare non solo incomprensibile, ma anche una mortificazione nei riguardi del talento vero. Avesse a disposizione 50 giocatori, tutti troverebbero posto. Magari scoprendosi impiegati in due o tre ruoli diversi. Non importa. Il caos viene esaltato ad espressione di qualità e valore. Pazzesco. E i risultati sono davanti agli occhi.

[continua]
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6553 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
App Scommesse Verona
[www.hellastory.net] - {ts '2019-04-18 21:35:03'} - {ts '2019-04-19 04:35:03'}


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019