PROSSIMO IMPEGNO
  sabato 20, h 21:45  

HELLAS VERONA

 
CAGLIARI 
Hellas Verona english presentation


Introduzione | Giornate 1-2 | 3-4 | L'Alluvione di Firenze | 6-7 | 8-9 | Rec.5 | Rit.1-2-3 | 4-5-6 | 7-8 | 9 | Semifinale | Finale

Giornata di ritorno 9 - Vicenza

RIVINCITA NEL DERBY E PRIMATO NEL GIRONE

Il Verona si presenta all’ultima giornata con 1 punto di vantaggio sul Milan: per garantirsi la vittoria nel girone, titolo platonico ma di prestigio, potrebbe non bastare un pareggio nel derby del vecchio Bentegodi con il Vicenza, in programma domenica 16 aprile 1967. Il Vicenza è l’unica squadra, con il Milan, ad aver inflitto una sconfitta alla squadra veronese, nella gara di andata.

Mister Conti applica quello che oggi si chiamerebbe “turn-over” assegnando una maglia da titolare a Negri e Cumerlato e dando spazio, nella ripresa, anche a Mirco Sandri. La fascia di capitano è recapitata, per la seconda volta, ad Ezio Antonini.

La Primavera del Verona schierata a metà campo prima del derby con il Vicenza
La Primavera del Verona schierata a metà campo prima del derby con il Vicenza del 16 aprile 1967. Da destra: Cumerlato, Negri, Gobbi, Pastorello, Pangrazio, Migliorini, Marcolongo, Stoppa I, Bertucco, Fusaro. Nascosto dietro Fusaro, nell’atto di stringere la mano al capitano vicentino, c’è capitan Antonini.

I ragazzi che hanno giocato di meno non fanno assolutamente rimpiangere i titolari, e il Verona sfodera un’altra prestazione di rilievo. Anche il Vicenza è piuttosto diverso rispetto a quello che, a dicembre dell’anno prima, aveva battuto il Verona all’antistadio Menti. Innanzitutto manca il giustiziere dei gialloblu Barnes, ma in attacco Vicariotto può schierare un giovane di grande prospettiva, Giannantonio Sperotto che, nonostante abbia ancora l’età per giocare negli Allievi (è nato nel 1950), è già aggregato in pianta stabile con la formazione Primavera, ed è già andato in gol. Sua la rete che ha deciso il derby Vicenza – Padova della quinta giornata di ritorno.

Bastano 7 minuti al Verona per scrollarsi di dosso i “fantasmi” della gara di andata: a conclusione di un’azione Marcolongo – Pangrazio, Angiolino Stoppa insacca la rete dell’1-0. Raddoppia Pangrazio nella ripresa, raccogliendo una corta respinta del portiere vicentino Bonato su conclusione di Antonini. Il Vicenza dimezza lo svantaggio grazie ad una sfortunata deviazione di Fusaro che spiazza Bertucco proprio su tiro di Sperotto, ma la vittoria gialloblu non è mai in discussione. Finisce 2-1 e al triplice fischio del signor Pael di Merano il Verona può festeggiare la conquista del primo posto nel girone A del Torneo Primavera.

Dietro sono rimaste formazioni del calibro del Milan, del Brescia e dell’Atalanta, tanto per citare alcuni dei settori giovanili più quotati in quegli anni.

Ora mister Conti ha un mese abbondante di tempo per preparare i suoi ragazzi alle finali in programma a fine maggio a Salsomaggiore.

Nel frattempo, il 23 aprile 1967 si recupera la gara fra Vicenza e Varese, che finisce 1-1. Si completa così il quadro dei risultati del girone A. Purtroppo non siamo riusciti a rintracciare il risultato di Vicenza – Mantova, in programma il 2 aprile 1967 per la sedicesima giornata di campionato. Il risultato non è riportato sui quotidiani nazionali, né su quelli locali (Gazzetta di Mantova, Giornale di Vicenza e Gazzettino). Non disponendo del risultato, la classifica che pubblichiamo è pertanto incompleta, e Mantova e Vicenza figurano con una gara in meno.

Nona giornata di ritorno, 16 aprile 1967

VERONA – VICENZA 2-1

VERONA: Bertucco, Migliorini (Sandri), Negri, Fusaro, Gobbi, Marcolongo, Pangrazio, Antonini, Cumerlato, Stoppa, Pastorello.

VICENZA: Bonato, Scalzavin, De Rossi, Lorenzi, Uderzo, Dalla Pozza, Mocenaro, Curtarello, Sperotto, Vaccari, Scalchi.

RETI: Stoppa al 7', Pangrazio al 12' pt; autorete Fusaro al 22'st

 

CLASSIFICA FINALE DEL GIRONE A

		G	V	N	P	GF	GS	PTI
Verona		18	11	5	2	21	6	27
Milan		18	10	5	3	15	5	25
Venezia		18	9	2	7	20	14	20
Brescia		18	5	8	5	15	14	18
Varese		18	5	8	5	17	20	18
Reggiana	18	3	10	5	14	14	16
Mantova *	17	4	7	6	11	15	15
Atalanta	18	4	7	7	13	19	15
Padova		18	4	5	9	15	21	13
Vicenza *	17	4	3	10	13	26	11

* Vicenza e Mantova figurano con una gara in meno in quanto
non è disponibile il risultato della gara della 16ma giornata.


STATISTICHE GIALLOBLU AL TERMINE DEL GIRONE

PRESENZE					MARCATORI

Bertucco	18	Guardalben	14	Pastorello	6
Gobbi		18	Fratton		13	Pangrazio	4
Pangrazio	18	Pasetto		11	Pasetto		4
Stoppa		18	Fusaro		9	Stoppa		3
Pastorello	18	Negri		5	Fratton		3
Righetti	16	Pistori		4	Righetti	1
Antonini	16	Cumerlato	2
Marcolongo	15	Sandri		2
Migliorini	14	Giacomi		1


« Giornate di ritorno 7-8 - Brescia e Mantova Semifinale »

Hellastory, 24/05/2017

UNA STAGIONE ANOMALA


A 5 punti dalla quota salvezza e 1 gara in meno da recuperare a causa delle misure restrittive di contagio da Coronavirus, posso osare qualche riflessione di lungo respiro. Complice anche la domenica vuota. Ebbene, sono ragionevolmente fiducioso in merito alla conferma di Juric. Un po' perché sono convinto che Setti farà di tutto per formalizzare un accordo che, in linea teorica, dovrebbe essere automatico con la salvezza, un po' per come Juric continua a parlare del Verona, come lo ha trovato e come può diventare. Inoltre, lo sta facendo in maniera chiara usando un approccio manageriale. Infondo, a pensarci bene, la scelta di proseguire la collaborazione è profittevole per entrambi. Non solo dal punto di vista economico (sono aspetti dei quali non entro in merito, anche perché trovo complicato prezzare una professionalità sulla base delle risorse disponibili e delle aspettative aziendali. Davvero Gasperini vale economicamente la metà di Sarri?), quanto soprattutto dal punto di vista lavorativo e delle prospettive che potrebbe offrire il Verona. Per questo, ad esempio, non vedo Juric seduto nella panchina del Napoli dove troverebbe un ambiente molto più caotico e dispersivo e un'autonomia nettamente inferiore. Laddove è fallita l'esperienza di Ancelotti e il temperamento di Gattuso (ovvero il suo opposto) è continuamente in discussione, c'è spazio per la filosofia a tutto tondo di Juric? Se volesse misurarsi in un ambiente già organizzato e protetto, semmai, potrebbe esprimersi al meglio a Bergamo, dove potrebbe dare continuità al lavoro splendido di Gasperini, ma questa è un'ipotesi sostenibile solo nel caso in cui lo stesso Gasperini ritenesse di aver concluso il proprio percorso. Non ci sono prove in tal senso e neppure di volontà di Setti di rinunciare a lui.

[continua]
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6964 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
[www.hellastory.net] - {ts '2020-06-02 22:26:39'} - {ts '2020-06-03 05:26:39'}


19111912191319141915191919201921192219231924192519261927192819291930193119321933193419351936193719381939194019411942194319441945194619471948194919501951195219531954195519561957195819591960196119621963196419651966196719681969197019711972197319741975197619771978197919801981198219831984198519861987198819891990199119921993199419951996199719981999200020012002200320042005200620072008200920102011201220132014201520162017201820192020