lunedì 8, h 21:00  
PALERMO1

HELLAS VERONA

0

PROSSIMO IMPEGNO
  lunedì 22, h 15:00  

HELLAS VERONA

 
BENEVENTO 
Hellas Verona english presentation

Pagina   2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 PIU' RECENTI    

HELLAS VERONA / Canone Inverso

ALLA PARI COL CHIEVO. MA NON BASTA


ALLA PARI COL CHIEVO. MA NON BASTA

A mio avviso, tre sono le principali novità rispetto alla partita con la Lazio. Primo, Rafael, Moras e Hallfredsson hanno preso in mano la squadra e sono apparsi finalmente decisivi (soprattutto i primi due). Secondo, il Chievo è una squadra coriacea, ma non ha gli spunti tecnici della Lazio. Terzo, l'atteggiamento tattico di Mandorlini che, dopo il gol di Pisano (ancora più bello perché in fuorigioco), deve aver temuto di vedersi portar via un'altra volta il successo negli ultimi minuti ed è passato alla difesa a 5, prima con un chiusissimo 5/3/2 e poi con un ancora più esplicito 5/4/1. Alla fine, Castro è riuscito ugualmente a infilarci, ma almeno abbiamo mosso la classifica ed anzi, l'ultima parata importante l'ha fatta proprio Bizzar ... [continua]

Hellastory, 05/10/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

IL CUORE NON BASTA


IL CUORE NON BASTA

Ha ragione Mandorlini, non è possibile sostenere un confronto alla pari senza attacco e senza cambi. E' un momentaccio per la nostra squadra. La classifica ci schiaccia a ridosso delle neo promosse in una situazione già di allarmante ritardo (8 punti in meno dell'anno scorso...) e ogni ipotesi di rilancio è subordinata al rientro di qualche giocatore importante. A parte la raffica di infortuni, disgraziatamente concentrati nel reparto offensivo (in ordine temporale: Fares, Toni, Pazzini, Siligardi e infine Gomez), prendiamo anche dei gol da polli. Per giunta, quello decisivo della Lazio in superiorità numerica. È l'eccesso di agonismo a farci perdere lucidità: un'ingenuità di Sala in ritardo su Keita e un intervento scomposto di Moras (g ... [continua]

Hellastory, 28/09/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

UN PASSO AVANTI, DUE INDIETRO


UN PASSO AVANTI, DUE INDIETRO

Dopo Genoa occorreva una scossa. Quindici giorni per crescere nella condizione fisica e portare a bordo Viviani che, dopo l'infortunio di Hallfredsson, era diventato una scelta obbligata. La buona notizia è che siamo finalmente riusciti a non perdere in casa con il Torino. Qualcosa di buono si è visto, soprattutto a centrocampo dove proprio Viviani è apparso il migliore (anche se lontano dagli standard di Jorginho e Tachtsidis, ma occorre dargli tempo) e Greco e Sala (in ripresa) hanno dato l'anima per contenere un avversario nettamente superiore. Di fatto, la squadra di Ventura ha portato a casa il pareggio senza doversi sforzare molto: buona difesa nel primo tempo, grande efficacia nella ripresa sfruttando gli errori difensivi giallobl ... [continua]

Hellastory, 14/09/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

CHECK UP GIALLOBLU


CHECK UP GIALLOBLU

Il Verona arriva alla prima sosta di campionato e alla chiusura del mercato estivo con alcune, importanti certezze ma anche diversi dubbi. Non è detto che i dubbi debbano necessariamente convogliare in qualcosa di negativo. Anzi. Sono semplicemente situazioni che, al momento, non riusciamo a cogliere se destinate o meno a risolversi da sole. Ad esempio la condizione fisica: per la prima volta quest'anno non riusciremo a chiudere a 6 punti la terza giornata di campionato, la squadra ha perso male a Genova cancellando di fatto la buona prestazione contro una Roma imballata, ma soprattutto concedendo troppo dal punto di vista fisico. Mezzora alla Roma, tutta la ripresa al Genoa. Non dipendendo dalle difficoltà di aggregazione della rosa, vi ... [continua]

Hellastory, 03/09/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

IMPRESSIONI SOTTO L'OMBRELLONE


IMPRESSIONI SOTTO L'OMBRELLONE

L'anno scorso, di questi tempi, discutevamo se Rafa Marquez, Nico Lopez e i nazionali greci sarebbero riusciti o meno a dare continuità al Verona sbarazzino di Iturbe e Romulo. Saviola non era ancora arrivato, ma le aspettative, quanto meno in termini di esperienza, erano discrete. Poi sappiamo come è andata: nessun miglioramento nell'assetto difensivo, meno gol realizzati (oltretutto polarizzati sul capitano), difficoltà da parte di Mandorlini di trovare per mesi l'assetto giusto, campionato in conclusione inferiore alle attese. Le attenuanti c'erano tutte: il secondo anno è quello più impegnativo, mancanza di veri talenti, il lungo infortunio a Sala che ci ha privato della spinta sulla fascia destra per tutto il girone d'andata. L'arri ... [continua]

Hellastory, 12/08/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

FATE POCO I FENOMENI ...


FATE POCO I FENOMENI ...

Grandi suggestioni al Bentegodi per l'ultima di campionato! Un campionato finito già da tempo, ma ancora vivo per un grande obiettivo stagionale: la classifica dei cannonieri. Per me, vale un piazzamento UEFA. Icardi, con la doppietta sull'Empoli ha raggiunto Toni a quota 22. Non importa: l'impresa l'ha fatta il nostro capitano a 38 anni compiuti e con una squadra nettamente inferiore a sostegno. Tornando alla partita, quattro sono le immagini che ho nel bouquet: la festa di bambini; l'azione del gol di Toni (Hallfredsson strepitoso a smarcare al momento giusto il capitano e il diagonale vincente a bruciare l'incertezza tattica di Bonucci e il piazzamento di Buffon); il gesto alla Toni di Rafael dopo la contorsione a deviare il ri ... [continua]

Hellastory, 01/06/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

ALCUNE RISPOSTE


ALCUNE RISPOSTE

Giornata di festa a Parma: Mandorlini per la sua 200sima panchina gialloblu (impreziosita da 2 promozioni), capitan Toni per la conquista momentanea della testa della classifica dei cannonieri con 21 centri, Rafael per la 300sima tra i pali. Domenica prossima lo scontro diretto con Tevez deciderà tutto, ma Icardi in casa contro l'Empoli parte avvantaggiato. Riguardo la situazione societaria riusciamo ad avere qualche riscontro sul Verona prossimo venturo. Gardini rimane (e con lui i conti societari restano sotto controllo, come recentemente sancito anche dal rilascio della licenza UEFA); Luca Toni rimane (che il Signore ce lo conservi intatto!); Mandorlini rimane (magari, al terzo tentativo riuscirà perfino ad assemblare una fase difensi ... [continua]

Hellastory, 25/05/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

IL DILEMMA DI SETTI: MEGLIO GULLIVER O I LILLIPUZIANI?


IL DILEMMA DI SETTI: MEGLIO GULLIVER O I LILLIPUZIANI?

Un gol (e siamo a quota 19) e una traversa contro il Chievo: il Verona è Luca Toni. Il nostro capitano è il leader indiscusso sia in campo che fuori. Mandorlini, intelligentemente, ha assolto in questi due anni il compito subordinato di rendergli le cose ancora più agevoli, lavorando più che altro sugli equilibri tattici. Lui rappresenta quello che sono stati i vari Baggio a Brescia, Di Natale ad Udine, Hubner a Piacenza, Totti a Roma, Pirlo nella Juventus, Di Vaio a Bologna: è l'immortale, il gigante. Gulliver. Una scommessa vinta dal presidente al di là di ogni aspettativa. Mi chiedo se mai la Fiorentina abbia avuto dei rimorsi per non aver creduto a sufficienza sulle sue capacità di recupero, soprattutto visto quello che ha ricevuto i ... [continua]

Hellastory, 11/05/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

TUTTA LA VITA: LUCA TONI!


TUTTA LA VITA:  LUCA TONI!

Hanno chiesto al grande scrittore uruguaiano Eduardo Galeano, da poco scomparso: come spiegheresti ad un bambino la felicità? Gli darei un pallone e lo farei giocare. E quando è stanco di correre e tirare in porta, aggiungo io, lo porterei allo stadio a vedere Luca Toni. Lui è un marziano. Il secondo gol contro il Sassuolo, dopo 70‘ di gioco di cui 53 in inferiorità numerica, è l'emblema del carattere, della potenza fisica e della tecnica allo stato puro che ogni attaccante vorrebbe avere. Lui li somma insieme. Si diverte in ogni partita e ci fa divertire. Non molla mai. Fa un lavoro per la squadra che nessun attaccante moderno è in grado di assicurare. Ho visto giocare Bui (ricordi flebili), Elkjaer, Galderisi, Penzo, Cammarata, ... [continua]

Hellastory, 27/04/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

VOLERE E' POTERE


VOLERE E' POTERE

Con il Napoli, partita meravigliosa, il Verona ha praticamente chiuso il suo campionato. A 9 giornate dal termine, 11 punti di vantaggio sulla terzultima con l'Atalanta in mezzo, e le pesanti scadenze contrattuali di fine stagione sono giustificazioni più che sufficienti per sportivi (e dirigenti) mediocri come i nostri per chiudere in anticipo baracca e burattini. Con quale testa spingo oltre? Che bisogno c'è? Con la Lazio siamo stati velocissimi a riconoscere la superiorità tecnica dei bianco-celesti. Con il Cesena siamo altrettanto indulgenti nel riconoscere la superiore motivazione dei romagnoli che cercano di salvarsi, bravissimi a recuperare 3 gol negli ultimi minuti. Morale: 1 punto in 2 gare, 5 gol presi (contro i nostri 3) e ben ... [continua]

Hellastory, 07/04/2015

Pagina   2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 PIU' RECENTI    

LE IMPERFEZIONI


E' ufficiale: ci giochiamo tutto nei playoff. A cinque giornate dal termine del campionato non abbiamo più nulla da scoprire. E nemmeno più nulla da dire. Del resto, non vinciamo da un mese esatto. Questo perché il Verona è una squadra imperfetta. Accreditato di un rosa di vertice non ha mai espresso realmente il suo potenziale, propone un gioco insulso, fastidioso, subisce continue amnesie difensive e incassa reti assurde pur avendo il migliore portiere del campionato. Non tira mai in porta. In ogni partita hai sempre l'impressione che gli assenti abbiano ragione: ieri si sentiva la mancanza di Matos e Crescenzi, oggi quella di Zaccagni, domani quella di Pazzini e così via. Ma anche questo non è poi sempre vero: a Perugia, senza 6 titolari (titolare? concetto oscuro e non appartenente a Grosso) ha sfoderato la più bella prestazione dell'anno. Manca di continuità questa squadra, è immatura, confusa dentro perché ha l'ossessione di recitare un unico copione. Non necessariamente quello che porta poi al risultato. Quante occasioni abbiamo sprecato? Un'infinità. Il problema di fondo è che Grosso è un allenatore imperfetto. Complicato, contorto, incapace di trovare una strada da seguire. Avrà pure vinto il Mondiale e tanti scudetti da calciatore, ma da allenatore è rimasto prigioniero della logica dei pupazzetti della Playstation. Per noi, che abbiamo visto campioni veri in panchina come Bagnoli, Prandelli e Mandorlini che vincevano campionati con 15 o 16 giocatori al massimo (e come loro anche Cadè e Valcareggi) il socialismo tattico di Grosso appare non solo incomprensibile, ma anche una mortificazione nei riguardi del talento vero. Avesse a disposizione 50 giocatori, tutti troverebbero posto. Magari scoprendosi impiegati in due o tre ruoli diversi. Non importa. Il caos viene esaltato ad espressione di qualità e valore. Pazzesco. E i risultati sono davanti agli occhi.

[continua]
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6553 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
App Scommesse Verona
[www.hellastory.net] - {ts '2019-04-18 21:22:22'} - {ts '2019-04-19 04:22:22'}


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019