domenica 18, h 20:30  

HELLAS VERONA

1
CREMONESE2

PROSSIMO IMPEGNO
  domenica 25, h 20:45  

HELLAS VERONA

 
BOLOGNA 
Hellas Verona english presentation

Pagina   2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 PIU' RECENTI    

HELLAS VERONA / Canone Inverso

LASCIAMOLI ANDARE!


LASCIAMOLI ANDARE!

«Maestro, riusciremo ad uscire? Non senza difficoltà Adso!» (Il nome della rosa). Torniamo al presente. E restiamoci il più possibile, sperando che non finisca mai. Cosa c'è di più bello?

Più mi lamento di quello che poteva essere (società distante, gestione tecnica precedente, errori vari, infortuni a ripetizione) e più vengo smentito dalla tenacia di Delneri e dei gialloblu. Come dice Guglielmo da Baskerville: la sola prova dell'esistenza del diavolo, è il nostro desiderio di vederlo all'opera. Fintanto che il Verona continua a giocare in questo modo, senza timore reverenziale né complessi di inferiorità dettati dalla classifica, fintanto che in campo vedo questa rabbia e determinazione, non ho alcun ... [continua]

Hellastory, 08/02/2016

HELLAS VERONA / Canone Inverso

GENNAIO TRA IL BUIO DI IERI E LE INCERTEZZE DI DOMANI


GENNAIO TRA  IL BUIO DI IERI E LE INCERTEZZE DI DOMANI

Gennaio è sempre stato un mese di svolta, quello del cambiamento, perché da qui tutto comincia. E' dedicato al dio romano Giano Bifronte, custode delle porte e dei ponti, che guarda al passato da una parte e al futuro dall'altra. Gennaio è dunque un mese carico di aspettative e promesse. Ma parte esattamente da dove ha lasciato Dicembre. Non è mai un salto. Dopo il recupero degli infortunati durante la pausa natalizia, per il Verona c'è stato il mercato invernale, gli scontri diretti casalinghi con Palermo e Genoa e le trasferte impossibili con Juventus e Roma. Cosa porta e cosa lascia?

Il volto che guarda alle spalle vede una situazione compromessa. L'arrivo di Delneri non ha portato i risultati attesi, probabilm ... [continua]

Hellastory, 02/02/2016

HELLAS VERONA / Canone Inverso

FINALMENTE... SETTI


FINALMENTE... SETTI

La storia, con la sua analisi non emotiva, un giorno ci dirà se Setti verrà ricordato dai tifosi per essere riuscito a portare il Verona in serie A e averci fatto conoscere Luca Toni, il più grande attaccante gialloblu di sempre, oppure per aver allestito – e mal difeso - la peggiore squadra di sempre. Capace di battere tutti i record negativi ed entrare in competizione con le più scarse meteore del calcio. Personalmente ritengo che questa macchia sia destinata ad allargarsi in relazione al tempo necessario per riprendere la corsa e riportare l'Hellas in serie A. Una statistica recente ha stabilito che, per il 70% delle volte, una tra le formazioni appena retrocessa festeggia il pronto ritorno in A. Al Verona l'impresa è riuscita solo du ... [continua]

Hellastory, 14/01/2016

HELLAS VERONA / Canone Inverso

UNA STAGIONE PREDESTINATA


UNA STAGIONE PREDESTINATA

Cosa poteva fare di più oggi l'Hellas? Niente. Le ha provate tutte, pressando 80 minuti su 95 nella trequarti offensiva, tirando da tutte le parti (anche alle stelle), sbattendo contro le gambe dei difensori avversari, contro la grande prestazione di Sorrentino (la ribattuta di suola su Pazzini è però emblematica e va oltre la sua bravura) e la pessima giornata dell'arbitro che non ha visto niente di anomalo nelle trattenute in area di Pazzini, Toni e Ionita. Nemmeno il beneficio del dubbio. Persino il rimpallo dei più improbabili è sbattuto sul palo, non avrebbe mai segnato da lì Souprayen, sia ben chiaro, ma è di per sé significativo. Anche perchè alla fine, inevitabilmente, noi il nostro golletto insulso e decisivo lo prendiamo sempre ... [continua]

Hellastory, 11/01/2016

HELLAS VERONA / Canone Inverso

ORA LA PALLA PASSA A SETTI


ORA LA PALLA PASSA A SETTI

Delneri ha tracciato la strada per la salvezza: 30 punti nelle prossime 21 partite, sperando poi nel Genoa. Questo significa 9 vittorie e 3 pareggi; ci possiamo permettere il lusso di sole 9 sconfitte, possibilmente nessuna delle quali in scontri diretti. Che poi sono tutti al Bentegodi. Non mi pare il caso di discutere sulla fattibilità del piano - certo i miseri 8 punti su 17 gare fanno venire le vertigini - quello che conta invece è vedere il capitano scaricare la propria rabbia in occasione del gol domenica scorsa e l'entusiasmo di Sala dopo l'acrobatico salvataggio sulla linea. Finché loro ci credono, finché vediamo la grinta di Viviani e l'espressione rassicurante di Gollini quando abbranca il pallone (esattamente l'opposto di quel ... [continua]

Hellastory, 22/12/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

IL VERONA TIENE


IL VERONA TIENE

Il Verona non ha mollato, questo è evidente. Forse non guarda la classifica, forse non si sente così scarso. Ed io non mi sento affatto di infierire ancora sulla situazione generale, né insisto sulla sciagurata sconfitta interna con l'Empoli e nemmeno sul pareggio di San Siro che lascia un po' di amaro in bocca. In questo momento il tifoso deve seguire la squadra. E basta. Almeno fintanto che vede in campo impegno e dignità. Il cambio di panchina ha portato nuove energie mentali. Purtroppo per quelle fisiche (la preparazione e il corredo di infortuni muscolari che ci perseguitano sono gentile omaggio della gestione precedente !) dovremo attendere la pausa natalizia. La condizione non s'improvvisa come dimostrano la lentezza del recupe ... [continua]

Hellastory, 14/12/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

A DELNERI IL DOPO MANDORLINI


A DELNERI IL DOPO MANDORLINI

Mi rendo conto che Mandorlini, per alcune generazioni di tifosi gialloblu, abbia lasciato un vuoto. Soprattutto per coloro che si sono subito confrontati con il declino di Pastorello e Arvedi, la delusione della B senza alternative prima e il baratro della C poi. Il mister ha incarnato perfettamente lo spirito di rivalsa di Martinelli e le ambizioni di Setti e lui, grande motivatore, ha concretizzato la rinascita di una società che merita l'attuale palcoscenico. Oltre a questo, Mandorlini con la sua caratterialità (fonte anche questa di simpatie indistinte) ha dato la certezza che chiunque fosse impegnato in campo avrebbe dovuto dare sempre il massimo. Una lezione di disciplina, rispetto e dedizione alla maglia.

Il problema è c ... [continua]

Hellastory, 02/12/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

NON E' UN PAESE PER VECCHI


NON E' UN PAESE PER VECCHI

Perché il più delle volte, quando dico che il mondo sta andando alla malora, e di corsa, la gente mi fa un mezzo sorriso e mi dice che sono io che sto invecchiando. E che quello è uno dei sintomi. (Cormack Mc Carthy)

Questo non è un campionato per vecchi. La serie A ci sbatte fuori con la ferocia e la superiorità di chi ha idee, azione, risorse. Noi a Verona invece ci siamo fermati, invecchiati dietro ad un passato che non esiste più. A riconoscenze che fanno male a tutti perché cristallizzano il tempo e ci rendono fragili e impotenti nei confronti del presente. Toni purtroppo, irrinunciabile bandiera gialloblu, è anagraficamente vecchio. Quanto andrà avanti? Mandorlini è tecnicamente e tatticamente vecchio e superato, un ... [continua]

Hellastory, 30/11/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

UNA GIORNATA IN REDAZIONE


UNA GIORNATA IN REDAZIONE

Anche se nessuno se ne accorge (fatto questo che rende tutto ancora più affascinante), Hellastory compie quotidianamente almeno un paio di piccoli miracoli: lato nostro, apre la porta ad una redazione virtuale nella quale 7 o 8 persone sparpagliate in giro per l'Italia, da quasi quindici anni, condividono le proprie idee e si prendono l'onere (capirai !) di raccontare a modo loro il calcio gialloblu. Lato vostro, vi fa compagnia ogni volta che accedete al sito e condividete la nostra produzione. E' chiaro che, nel corso del tempo, sia il Verona che la tecnologia hanno realizzato anche un terzo miracolo, questa volta davvero meraviglioso. Abbiamo scoperto che si sta bene qui tra noi, ci trasmettiamo reciprocamente emozioni, fragili ... [continua]

Hellastory, 16/11/2015

HELLAS VERONA / Canone Inverso

SULLA CONFERMA DI MANDORLINI


SULLA CONFERMA DI MANDORLINI

Il giorno in cui il Palermo esonera Iachini, fresco vincitore di un confronto diretto con il Chievo, il Verona conferma Mandorlini. Passiamo da un eccesso all'altro: chi ha più del doppio dei nostri punti si sente tanto allarmato dal decidere di esonerare un allenatore che stava facendo tutto sommato bene. Soprattutto rapportato a casa nostra. Visti la frequenza, il momento e i 15 giorni di sosta, non è chiaro se l'Hellas ci crede realmente oppure per mancanza di alternative valide. Fatto sta che, sul piatto della bilancia, hanno pesato di più le richieste dello spogliatoio, la riconoscenza dovuta alle due promozioni dalla Lega Pro e alle due salvezze consecutive, il contributo limitato finora di Toni e Viviani e quello nullo di Romulo. ... [continua]

Hellastory, 10/11/2015

Pagina   2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 PIU' RECENTI    

BRUSCO RISVEGLIO


Le prove generali del Verona contro la Cremonese hanno evidenziato un grave ritardo di preparazione fisica, una preoccupante fragilità mentale e una (facilmente ipotizzabile) inconcludenza offensiva. Se pensiamo di poterci salvare basandoci esclusivamente su presupposti caratteriali siamo veramente fuori strada. Del resto, lo stesso Juric è stato chiaro: per salvarsi occorre anche qualità. Sul banco degli imputati salgono un po' tutti: dal direttore sportivo che ha impiegato settimane per completare la rosa ritardando l'arrivo di Verre, Tutino e Lazovic (che era svincolato e poteva aggregarsi già ai primi di luglio); alla società che, come ha rilevato Enrico, si è vista costretta ad impegnare risorse pesanti per dover riscattare giocatori come Dawidowicz, Ragusa, Di Gaudio, Almici e Marrone tutti fuori dal progetto senza riuscire poi a piazzarli; e infine all'allenatore che non è riuscito a trasmettere la cattiveria agonistica che lui stesso aveva criticato alla squadra di Grosso ed è arrivato alla partita di Coppa Italia senza aver provato in precedenza certi giocatori: perché non è stata chiesta un'amichevole prima di Ferragosto? È dal 4 agosto (con la Spal) che i gialloblù non provano 90 minuti tirati contro un avversario serio. Parliamoci chiaro: l'obiettivo Coppa Italia contro la Cremonese avrebbe dovuto completare la preparazione in vista dell'esordio di campionato e non essere un presuntuoso salto nel vuoto nel quale verificare gli eventuali ritardi accumulati. Il Verona, che ha resistito fisicamente e mentalmente solo un tempo, in quali condizioni si troverà ad affrontare l'esordio stagionale? Basta una settimana per mettere minuti nelle gambe e testa a posto? Per non parlare dei gravi ritardi accumulati in attacco evidenziati con l'ovvia bocciatura di Tupta inadatto a ricoprire il ruolo di centravanti (cosa si pretende da questo ragazzo?) e il limitato contributo che può offrire capitan Pazzini che in B può fare la differenza, ma ormai non tiene più 90 minuti. Figuriamoci contro difensori di serie A. Tutte cose arcinote. Però si è perso un sacco di tempo per l'illusione Balotelli.

[continua]
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6677 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
[www.hellastory.net] - {ts '2019-08-20 17:23:06'} - {ts '2019-08-21 00:23:06'}


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019