Hellas Verona english presentation


Introduzione | 1 | 2 | 3 | 4 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 16 | 17 | 18 | 15(REC) | Semifinale | Finale

Giornata 12: Verona-Venezia

GIORNATA DI DERBY

Il 3 febbraio 1968 sono in programma il derby veneto Verona - Venezia e la stracittadina Inter - Milan. Ad Appiano Gentile il tempo è inclemente e una fitta nevicata impedisce che si disputi l'incontro. Negli altri gironi vanno in scena i derby Torino - Juventus 2-1 e Roma - Lazio 1-0.

Al vecchio Bentegodi la partita è condizionata dal campo pesante e, secondo la cronaca de L'Arena, dagli interventi troppo frequenti del direttore di gara, il signor Pontaldi di Trento, “che non sempre ha soddisfatto”. I ragazzi di Caceffo sono ancora alla ricerca del primo successo nel girone di ritorno, nel quale hanno conquistato un solo punto in due partite, con il pareggio - comunque risultato prestigioso - a Milanello. Dopo un prolifico girone di andata, gli attaccanti gialloblu sembrano un po' appannati, e da 2 gare il Verona non va in gol.

Serve l'invenzione di un difensore per sbloccare l'incontro con il Venezia, ed è di nuovo Dino Gobbi, autore dell'ultima rete gialloblu nella gara contro il Vicenza, ad andare a segno con un bel gol al 23' del primo tempo. Alla mezzora, l'arbitro nega un clamoroso rigore per un netto fallo di mano di un difensore veneziano, nonostante il guardalinee avesse chiaramente segnalato l'irregolarità.

Poco male, perché nella ripresa ci pensa il solito Gaetano Pasetto a mettere al sicuro il risultato, segnando il gol del 2-0 al 15' minuto. Il Venezia accorcia le distanze a poco dal termine con Bisso: un gol inutile ai fini del risultato, ma che dimostra l'esistenza di qualche “falla” nella difesa gialloblu, che incassa il nono gol della stagione in 11 partite disputate.

Il Verona primavera s'impone al Venezia

L'anno prima i gol subiti erano stati in tutto 6 in 18 partite, e mai il Verona di Conti aveva incassato più di una rete a partita. Quest'anno, sul computo delle reti incassate pesano le ampie sconfitte di Appiano Gentile (3-1) e in casa col Mantova (0-2).

Il successo contro il Venezia è comunque fondamentale ai fini della qualificazione alle fasi finali. Le due formazioni, prima dell'incontro, erano divise da 5 punti; grazie alla vittoria per 2-1, i ragazzi di Caceffo allontanano i pari età veneziani a 7 punti.

Dodicesima giornata, 4 febbraio 1968

Atalanta - Mantova 1-0
Brescia - Vicenza 0-0
Inter - Milan r.i.c.
Verona - Venezia 2-1

Riposa il Padova

VERONA - VENEZIA 2-1

VERONA: Giacomi, Migliorini, Negri, Fusaro, Gobbi, Marcolongo, Pangrazio, Fratton, Pasetto, Cinquetti (Stoppa), Pastorello.

VENEZIA: Fabris, Codato, Serantoni, Bisso, Giulietti, Rossi, Testa (Trevisan), Minozzi, Gobbo, Vanzo, Scarpa.

RETI: Gobbi al 23' pt; Pasetto al 14', Bisso al 37' st

Paolo


« Giornata 11: Milan-Verona Giornata 13: Padova-Verona »

Hellastory, Online dal 4/2/2018

PRIMISSIME IMPRESSIONI: POCO FUMO


Non c'è niente di meglio della prima occasione per fare una buona impressione. In seguito, è sempre più difficile perché sei costretto a dover dimostrare. La prima impressione invece ti entra dentro da sola e ti fa vedere le cose in maniera differente. Ebbene, qualcosa è cambiato rispetto a 2 anni fa. Anzi molto, direi. Si respira un'aria diversa. E' cambiato lo stile, è cambiato il metodo. Anzi, c'è un metodo. Oggi abbiamo in ritiro solo i giocatori che servono al campionato, oppure al mercato. Chi non fa parte del progetto si allena a parte. Oggi sono arrivati i primi pilastri di una squadra che sta prendendo forma secondo un programma definito. Gunter e Bocchetti dietro, Veloso e Badu in mezzo. Non parlo di Rrahmani, che nessuno conosce e neppure sappiamo quanto potrà dare. La serie A è un altro pianeta e noi non abbiamo alcuna certezza che i nostri esordienti sappiano confermarsi contro avversari di esperienza e qualità nettamente superiore. Lo ha ribadito anche Juric in sede di presentazione e ce lo chiediamo anche noi. Non sono fenomeni i nuovi arrivati, è vero, ma i mezzi a nostra disposizione in un mercato impazzito (Pinamonti vale davvero 18 milioni? Quanto gonfia il cartellino il gioco insano delle plusvalenze?) consentono di sparare poche cartucce, puntando soprattutto su chi ha avuto problemi fisici o contratti scaduti nella speranza che siano definitivamente guariti e abbiano ancora voglia di dimostrare qualcosa. Di esserci insomma nella kermesse più prestigiosa.

[continua]
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 6645 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
[www.hellastory.net] - {ts '2019-07-20 06:17:26'} - {ts '2019-07-20 13:17:26'}


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019