HELLASTORY.net | La Scheda di Paolo Sirena
  lunedì 3, h 20:45  

HELLAS VERONA

1
UDINESE2

PROSSIMO IMPEGNO
  domenica 9, h 15:00  
SALERNITANA 

HELLAS VERONA

 
Hellas Verona english presentation

La scheda di Paolo Sirena

Sirena
Paolo Sirena


Nato a: Treviso
Il: 11.09.1945
Nazionalità: italiana
Altezza: 186 cm
Peso: 82 kg
Ruolo: Terzino di sinistra
Palmares: 1 Coppa Italia (Roma 1968/69), 1 promozione in Serie A (Hellas Verona 1974-75)
Club Scuola: Treviso

E pensare che l'idea, lì per lì, non gli era parsa felice. Le voci giravano già da tempo, «la Roma vuole Petrelli» e via discorrendo. Lui era ancora un ragazzo, ma già aveva capito come andava il mondo. Se c'era una voce, qualcuno l'avrà pur messa in giro. E se la Roma voleva Petrelli, terzino sinistro del Verona, qualcuno doveva pur andare a prendere il suo posto. «Sirena, lei giocherà nel Verona» gli dissero un giorno. Paolone Sirena non toccò il cielo con un dito. Oddio, «...mi avvicinavo a casa, ma sul momento non è che la cosa mi avesse dato grandi emozioni. Con la Roma s'era vinto una Coppa Italia, c'era l'idea della Coppa delle Coppe, di una vetrina internazionale e comunque di una squadra con certe prospettive. Io a Roma stavo bene, mi ero ambientato, avevo trovato spazio e pensavo proprio di rimanere. No, dico la verità, quando mi dissero che avrei giocato nel Verona, non fui subito felicissimo». La Roma era la Roma, con tutto il rispetto, era un'altra musica. Lasciava una squadra in Europa, per giocare in una squadra il cui scudetto era la salvezza. Era tornata in A da un anno, erano più i rischi delle certezze. E se fosse andata male? E se fosse retrocessa subito? Avrebbe finito col perdere in un attimo tutto quanto s'era faticosamente conquistato. Perché nel calcio, l'aveva capito, oggi sei in alto e domani puoi ritrovarti a terra, fa parte del gioco. In fondo, gli era già successo, alla Roma: «Tibia e perone fratturati e allora non era proprio un infortunio da niente. Praticamente un anno buttato, con l'obbligo di ricominciare quasi daccapo». L'aveva fatto, era tornato Sirena, la Roma, la maglia di titolare, la fiducia dell'ambiente e dei compagni. Per quello, un po' gli dispiaceva. Anche se, col senno di poi, deve aver benedetto spesso, quei giorni. Verona è diventata la sua squadra. Una storia infinita, con un solo «buco nero», la retrocesione in serie B, per la telefonata di Garonzi a Clerici. «Sì, la ricordo come una stagione sofferta, cominciata bene ma proseguita con grandi difficoltà. La B era micidiale già allora, lunga, campi difficili, situazioni ambientali spesso particolari. E livello chiaramente inferiore. Per una squadra che tecnicamente valeva la A, ci furono difficoltà impreviste». Intanto, di quella squadra, Sirena non era soltanto una colonna, il terzino goleador. Era diventato il capitano, un leader. «Una bella soddisfazione, certo. Anche perché leader non lo diventi da solo, ma devi essere scelto. Devi avere la fiducia dei compagni, devono riconoscere in te la qualità adatta a questo ruolo». Sirena le aveva. Già allora era un passo avanti. Studiava legge, conciliava le tensioni, gli impegni sportivi, con la passione per lo studio. Già allora, per tutti, era l'avvocato. Così, tra un allenamento e l'altro, cominciò a frequentare le aule dei tribunali, lo studio dell'avv. Righetti. Il capitano dell'Hellas faceva gavetta, «...perché comunque sapevo che il calcio sarebbe finito e il giorno dopo sarebbe iniziata un'altra partita». Del Verona non è stato solo giocatore, è stato anche un parafulmine, nei tempi bui del fallimento. «Sono tornato in società, a dare una mano, in quel momento. Facevo l'accompagnatore, c'era bisogno di gente che volesse bene alla società in un momento difficile. Nonostante il fallimento conquistammo la A, perduta poi l'anno dopo. La società puntò su Stojkovic, che doveva essere la ciliegina sulla torta, ma la torta non c'era, e lui stesso aveva problemi fisici che lo condizionarono. Peccato». Ha attraversato stagioni diverse, ma anche quando se n'è allontanato non ha mai smesso di avere il Verona sulla pelle. «Verona, la città, la sua storia, meritano la serie A». Dice che fa fatica ad andare allo stadio, che un po' stenta a riconoscersi in questo calcio esasperato. Della sua storia con l'Hellas sceglie una foto, una foto con dedica, per tutti quelli che ancora lo fermano, se lo ricordano, gli parlano dei suoi gol. «Beh, se mi chiedi il giorno più bello, mi spiace per i milanisti, ma ti dico il 20 maggio del '73, il giorno del 5-3. Una partita che è rimasta nella storia». Nella storia c'è anche il suo gol, il primo dei 5, «... me lo fece fare Zigoni, che quando voleva, andava sul fondo e la rimetteva sempre in mezzo. Io lo sapevo, l'aspettai sul secondo palo, non potevo sbagliare». È la foto indimenticabile di un Verona che non c'è più.

da L'Arena 13/02/2013


Carriera in Campionato:
Stagione Squadra Serie Presenze Reti
1962-63 Treviso C 5 -
1963-64 Treviso C 18 1
1964-65 Inter A - -
1965-66 Inter A - -
1966-67 Roma A 22 3
1967-68 Roma A 1 -
1968-69 Roma A 21 1
1969-70 Verona A 28 3
1970-71 Verona A 27 1
1971-72 Verona A 29 1
1972-73 Verona A 26 1
1973-74 Verona A 30 -
1974-75 Verona B 33 6
1975-76 Verona A 22 2
1976-77 Verona A 10 -




I dati sono aggiornati al 28 marzo 2016
Cerca...

05/10/2022   Arnaldo Porta
16/09/2022   Simone Verdi
04/09/2022   Ajdin Hrustic
03/09/2022   Isak Malcolm Kwaku Hien
01/09/2022   Yayah Kallon
22/07/2022   Josh Doig
21/07/2022   Thomas Henry
08/07/2022   Milan Djuric
05/07/2022   Roberto Piccoli
04/07/2022   Igor Tudor
04/07/2022   Gabriele Cioffi
20/06/2022   Federico Dimarco
07/04/2022   Emiliano Mascetti
11/02/2022   Fabio Depaoli
24/01/2022   Panagiotis Retsos
03/01/2022   Daniel Bessa
03/01/2022   Alessandro Carrozza
09/09/2021   Lorenzo Montipò
08/09/2021   Matteo Cancellieri
06/09/2021   Gianluca Caprari
Qual è stato il miglior gialloblu in campo in H.Verona-Udinese?

H.Verona    Udinese


Ceccherini F.

Depaoli F.

Doig J.

Duric M.

Günter K.

Henry T.

Hien I.

Hrustic A.

Kallon Y.

Lasagna K.

Lazovic D.

Montipò L.

Piccoli R.

Tamèze A.

Veloso M.

Verdi S.


 


Riepilogo stagionale e classifica generale


Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]






HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7820 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
Leggi la nostra Informativa Privacy.
[www.hellastory.net] - {ts '2022-10-06 17:39:50'} - {ts '2022-10-07 00:39:50'} [browser]


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019202020212022