domenica 7, h 18:00  

HELLAS VERONA

1
BARI4

PROSSIMO IMPEGNO
  lunedì 15, h 18:30  

HELLAS VERONA

 
NAPOLI 
Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Le Ultimissime

UN SINDACO CALCIATORE


UN SINDACO CALCIATORE

Quel coro «Elkjaer Sindaco! Elkjaer Sindaco!» era solo una provocazione. Accostare un giocatore di calcio, il più grande dei nostri, alla prima carica politica cittadina era l'ennesimo modo per farsi beffa delle istituzioni e allo stesso tempo intendeva celebrare un idolo assoluto dandogli ulteriori meriti.

Quale pazza idea mettere un calciatore a fare il sindaco. Ma se negli Stati Uniti mettevano con scioltezza una star di Hollywood a fare, con profitto, il Presidente perché qua un calciatore non avrebbe funzionato? I nostri calciatori valgono quanto le loro star del cinema, più o meno siamo lì.

A differenza però degli USA dove politica e cinema qualche risultato eclatante è stato partorito, in Italia pochi calciatori hanno raggiunto risultati decenti. Forse il più famoso è stato Rivera che si è seduto sugli scranni di Montecitorio ed è stato anche Sottosegretario.

Riguardo Verona e gli ex gialloblu abbiamo poche cartucce da sparare. Nicola Ciccolo, attaccante dai piedi veramente buoni ma anche particolarmente rude all'occorrenza, diventò consigliere comunale negli '80. Poi ci provarono anche il bomber Michele Cossato prima e di recente Chicco Guidotti ma senza successo. Il nostro ex-direttore sportivo Giovanni Galli provò a diventare sindaco di Firenze ma fu un mezzo fiasco esattamente come qua, mentre persino il campione mondiale Paolo Rossi tentò la carriera di euro parlamentare restando anche lui senza il supporto dell'elettorato.

Insomma, il calciatore non viene votato perché evidentemente all'italiano ispirano di più altri profili umani e professionali coi risultati che, del resto, vediamo ogni giorno.

A meno che...non ci pensi la città di Verona, anche in questo campo percorritrice di nuovi scenari e nuove situazioni, sempre fucina di esperimenti sociali e regolarmente sempre sulla bocca di tutti come tutto ciò che fa invidia.

Ci pensa Verona ad eleggere il calciatore come sindaco e per farlo sceglie probabilmente quel giocatore che più in assoluto ha dato lustro al vivaio gialloblu: Damiano Tommasi.

Già giocatore moderno a metà anni '90, capace di interpretare più ruoli in quel Verona vincente di Perotti, sempre con la massima serietà, sempre con la massima dedizione, sempre con la massima determinazione. Uno che in fondo passando da Verona a Roma non si è montato la testa e ha sempre tenuto il profilo personale molto basso.

Buon lavoro Tommasi Sindaco.

Valeriano

p.s. restando in tema di attori, calcio e politica, consiglio la visione della breve serie «Vita da Carlo», dove Carlo Verdone impersonando sé stesso, viene candidato sindaco di Roma. In un episodio incappa in un incidente diplomatico asserendo che lo scudetto della Roma fosse merito di Tommasi più che di Totti.

[la scheda di Damiano Tommasi]



Hellastory, 27/06/2022

UNA REGOLA SBAGLIATA CHE PUO' DANNEGGIARE IL VERONA


Lo spettacolare pareggio dell'Olimpico con la Lazio chiude adeguatamente una stagione strepitosa. Tudor, stupendo condottiero, ha migliorato la posizione di classifica dell'anno scorso, ha ottenuto il record di gol realizzati (65) e sigillato il saldo positivo reti fatte/subite (+ 6), risultato questo non riuscito né a Mandorlini (-6) né a Juric (- 2 e -4) prima di lui. Adesso però inizia una settimana decisiva per capire cosa farà, quando scioglierà la riserva circa la permanenza o meno in gialloblu. Perso D'Amico, la questione che tiene in sospeso tutti non è un problema di soldi, contano le sensazioni. Bisogna vedere se ci sono i presupposti. Da cosa scaturisce questo stato di incertezza? Tutto ci porta ad affrontare un periodo di incertezza societaria che non aiuterà certo a lavorare con la stessa serenità che ha trovato e che, infondo, ha agevolato il conseguimento di prestazioni di questo rilievo. Non c'è alcun dubbio che D'Amico, anche lui sotto contratto, abbia colto l'opportunità Atalanta anticipando in tal modo la conclusione di un ciclo. Un ciclo vincente, aggiungo, visti gli splendidi risultati ottenuti non solo sul campo (grande calcio, 1 promozione e 3 piazzamenti stabilmente tra il 9º e il 10º posto), ma anche e soprattutto dal punto di vista della rivalutazione della rosa e degli indici di bilancio. D'Amico, direttore sportivo silenzioso e scrupoloso, è stato anche in grado di porre rapido rimedio nei rari errori di valutazione (l'esonero veloce di Di Francesco e l'aver tolto dal mercato Tameze in agosto quando ci si è accorti che Hongla non avrebbe risposto subito alle aspettative). Ora però se ne sta aprendo un altro di difficile valutazione. Non tanto perché Marroccu, che è comunque un dirigente esperto, valga meno di D'Amico, quanto per il contesto in cui si troverà ad operare. E Tudor deve stabilire se valga la pena oppure no restare alle nuove condizioni.

[continua]
Eleggi ogni settimana il gialloblu migliore in campo!


Riepilogo stagionale e classifica generale


Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7763 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
Leggi la nostra Informativa Privacy.
[www.hellastory.net] - {ts '2022-08-11 15:21:59'} - {ts '2022-08-11 22:21:59'} [browser]


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019202020212022