PRESTITI GIALLOBLU: DOPPIETTA LIGORI, PACE E PINALI AL PORTOGRUARO! - Hellas Verona: Le Ultimissime su HELLASTORY.net
  domenica 18, h 15:00  
FIORENTINA2

HELLAS VERONA

0

PROSSIMO IMPEGNO
  lunedì 3, h 20:45  

HELLAS VERONA

 
UDINESE 
Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Le Ultimissime

PRESTITI GIALLOBLU: DOPPIETTA LIGORI, PACE E PINALI AL PORTOGRUARO!

Hellastory: Le Ultimissime

PRESTITI GIALLOBLU: DOPPIETTA LIGORI, PACE E PINALI AL PORTOGRUARO!
PRESTITI GIALLOBLU: DOPPIETTA LIGORI, PACE E PINALI AL PORTOGRUARO!

Dopo un bel periodo di assenza, dovuto soprattutto alla scarsa fortuna raccolta dai giovani helladini mandati in giro per l'Italia, ritorna la rubrica Prestiti Gialloblu. Iniziamo questo appuntamento riepilogando le numerose operazioni di prestito concluse finora nel corso di gennaio:
- Ligori dallo Spezia (C1), dove giocava poco, al Vittoria(C1).
- Pagliuca allo Spezia (C1)
- Teodorani alla Reggiana (C1)
- i primavera Pinali e Pace al Portogruaro(C2)
- infine, Lovatin dal Martina (C1) alla Carrarese (C2)


Operazioni, queste, che hanno portato a 14 il numero dei gialloblu in prestito o in comproprietà piazzati nei vari campionati professionistici italiani. Tra loro, a mettersi maggiormente in luce nelle gare di domenica scorsa è stato senz'altro Ligori. Passato due settimane fa al Vittoria, il giovane attaccante gialloblu sinfatti i è messo subito in luce davanti ai propri tifosi trascinando i locali con una splendida doppietta nel 4-1 contro la Sangiovannese. Dopo aver passato la prima parte della stagione tra panchina e tribuna (allo Spezia), Ligori avrà ora la possibilità di dimostrare le proprie doti, magari ripercorrendo quanto fatto lo scorso anno con il pasaggio dal Varese al Prato.

Un altro giovane gialloblu che si è giovato di un fortunato trasferimento in gennaio è stato Lovatin: spesso riserva al Martina, Pastorello lo ha spedito in C2 alla Carrarese (squadra che già vanta in rosa i gialloblu Mandorlini e Lorenzini), dove da tre gare è diventato un autentico trascinatore. E così domenica con uno 0-1 a Tolentino, è arrivata la terza vittoria consecutiva dei toscani, con Lovatin che si è meritato un bel 6,5 dalla Gazzetta dello Sport; bene anche Mandorlini, pure lui autore di una prestazione più che sufficiente, mentre Lorenzini, entrato al 68', non è andato oltre il 5,5.

Di grande interesse era poi valutare l'impatto con la C1 di Pagliuca e Teodorani, giocatori poco utilizzati a Verona. Il primo, ancora infortunato, ha saltato la gara della sua squadra, mentre Teodorani, impiegato da terzino sinistro, si è reso protagonista di una prestazione sufficiente nell'importante vittoria della sua Reggiana per 1-0 a Giulianova.

Infine meritano di essere segnalate la buona prova di Pastrello con il Portogruaro, malgrado la sconfitta della propria squadra, e la sufficienza strappata da Matteassi (Spezia), sostituito al 69' dal veronese (ma non gialloblu) Meggiorini.

[Vai alla pagina ]



Hellastory, 27/01/2005

CIOFFI ALLA RICERCA DEL VERONA PERDUTO


Ho l'impressione che, dopo la confusione generata dal mercato, si continui crearne di nuova anche nelle soluzioni tattiche partita dopo partita. Laddove Tudor aveva trovato la fortuna del Verona dando continuità al lavoro di Juric migliorandolo gradatamente con il suo stile personale, Cioffi invece, ha stravolto priorità e leadership cancellando di fatto ogni tipo di continuità. Quando in conferenza stampa parla dei singoli, traspare evidente il suo concetto di base secondo cui «tutti sono in discussione, nessuno è sicuro di giocare». Questo probabilmente dipende dal fatto che lui ritiene efficaci alcune teorie aziendali (peraltro, recentemente messe in discussione dalle prove dei fatti) che mettono in competizione tutti i collaboratori ponendoli gli uni contro gli altri al fine di migliorare la produttività. Giovani contro vecchi, arroganza contro esperienza. Ma così facendo, il mister ha di fatto eliminato tutti i riferimenti degli ultimi anni. Ogni partita scende in campo una formazione diversa e i 5 cambi a disposizione, anziché consolidare, sperano di ribaltare quello che non sono riusciti ad esprimere in campo i titolari. O sbaglia la formazione iniziale, o non trasmette la giusta concentrazione, fatto sta che il Verona sbaglia quasi sempre l'approccio (salvo forse solo il primo tempo con la Lazio). Quello che emerge è infatti un Hellas continuo cantiere aperto dove la paura di sbagliare (e quindi di perdere l'opportunità a disposizione) condiziona ogni singolo giocatore che non riesce poi ad esprimersi al meglio per due partite di seguito. E' una squadra che non costruisce gioco, che fatica a difendersi, che non ha un'identità. Gunter, Ilic, Tameze, lo stesso Lazovic costretto a cambiare più ruoli, non sono più gli stessi. D'altra parte, in questa confusione generale, purtroppo continuano a trovare spazio i modesti Lasagna, Depaoli, Dawidowicz e Djuric di cui non comprendo il valore.

[continua]
Eleggi ogni settimana il gialloblu migliore in campo!


Riepilogo stagionale e classifica generale


Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]






HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7811 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
Leggi la nostra Informativa Privacy.
[www.hellastory.net] - {ts '2022-09-28 05:10:26'} - {ts '2022-09-28 12:10:26'} [browser]


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019202020212022