PRESTITI GIALLOBLU: E' L'ORA DEI GIUDIZI FINALI! - Hellas Verona: Le Ultimissime su HELLASTORY.net
  lunedì 3, h 20:45  

HELLAS VERONA

1
UDINESE2

PROSSIMO IMPEGNO
  domenica 9, h 15:00  
SALERNITANA 

HELLAS VERONA

 
Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Le Ultimissime

PRESTITI GIALLOBLU: E' L'ORA DEI GIUDIZI FINALI!

Hellastory: Le Ultimissime

PRESTITI GIALLOBLU: E' L'ORA DEI GIUDIZI FINALI!
PRESTITI GIALLOBLU: E' L'ORA DEI GIUDIZI FINALI!

I campionati di C1 e C2 si sono conclusi domenica scorsa, salvo play-off e play-out che peraltro vedono coinvolti numerosi prestiti gialloblu. E' quindi tempo di bilanci e noi di hellastory, dopo averli seguiti con la nostra rubrica settimana per settimana, proviamo a tracciare un giudizio (promossi, rimandati, bocciati) sulla stagione dei giovani calciatori mandati in prestito dall'Hellas in giro per l'Italia, anche in vista di una loro possibile utilizzazione futura proprio con la maglia del Verona. Iniziamo oggi con i giocatori della C1, per concludere domani con l'analisi di quelli che hanno militato in C2. Per completezza ciccando sul link in fondo all'articolo potrete poi accedere a una pagina con tutte le statistiche (Presenze/Gol/Media voto) del caso.

LIGORI (A, Prato, C1A): Dopo una prima parte di stagione tutta da dimenticare (nella sua Varese ha collezionato solo otto spezzoni di partita senza mai andare a segno) per lui la svolta è arrivata a gennaio quando, entrato nell'orbita gialloblu nell'affare Pisanu, è stato girato al Prato, squadra all'ultimo posto in classifica ed afflitta da una cronica sterilità offensiva. Stimolato dalla prospettiva di un futuro in serie B e confortato dalla fiducia concessagli dal mister toscano, Ligori è esploso. A testimoniarlo sono i numeri: nonostante le sole 13 partite disputate gli 8 gol messi a segno ne fanno il capocannoniere di squadra ed è in pratica solo grazie alle sue provvidenziali reti che il Prato è riuscito a conquistare l'accesso ai play-out. Insomma un girone di ritorno da incorniciare per un giocatore che comunque già gli scorsi anni aveva fatto intravedere interessanti qualità (19 gol in due stagioni nella Biellese). Fisico, elevazione e senso del gol lo rendono una classica prima punta, poco spettacolare ma molto concreta. Considerando anche la sua giovane età (classe 1981) non possiamo che promuoverlo. PROMOSSO.

PISANU (A, Varese, C1A): Giunto in Lombardia per fare la differenza e trascinare fuori dalle zona retrocessione la sua squadra, è presto finito in panchina e sia come presenze in campo che come rendimento è riuscito addirittura a far peggio di quanto non avesse combinato a Verona. Insomma un autentico disastro. Nelle ultime due domeniche però Pisanu ha mostrato confortanti segnali di ripresa, guarda caso, proprio in coincidenza con il ritorno nel suo ruolo naturale dopo che l'allenatore varesino lo aveva sballottato in giro per il campo senza mai trovargli una posizione fissa. Insomma l'opaca stagione che finora ha vissuto non è quindi «tutta farina del suo sacco» e ora che ha ritrovato il ruolo e le motivazioni potrebbe riuscire finalmente ad esprimere le qualità per le quali è stato ingaggiato proprio nel momento più caldo della stagione, quello dei play-out. RIMANDATO.

TODESCHINI (D, Pavia, C1A): Dopo essere stato uno dei protagonisti della promozione in C1 del Pavia, Todeschini non è riuscito a confermarsi in questa stagione, pagando in pieno il salto di categoria. Nonostante la grande volontà di ben figurare infatti il biondo difensore veronese non è mai riuscito a conquistarsi un posto stabile tra i titolari e nonostante mister Azzali gli abbia concesso in più occasioni la possibilità di mettersi in mostra lui non ha mai convinto del tutto alternando buone partite ad altre decisamente sotto-tono. La retrocessione e le troppe retri subite dalla sua difesa non contribuiscono poi a migliorare il nostro giudizio. BOCCIATO

DOARDO (C, Torres, C1B): Anche per lui quella del 2003/04 è stata una stagione da dimenticare. Né a Grosseto in C2 (11 presenze, 5,95 di media) né a Sassari in C1 (7 presenze, 5,92 di media) infatti è riuscito a lasciare traccia, mostrandosi troppo timido e timoroso nelle (poche) situazioni in cui è stato chiamato in campo. In pratica per lui la stagione si può sintetizzare in una decina di spezzoni di partita. Un bel passo indietro rispetto allo scorso anno quando a Chieti collezionò a Chieti 24 presenze e 6,10 di media-voto. BOCCIATO.

MANCINELLI (C, Martina, C1B): Insieme a Ligori è sicuramente il giocatore di maggior prospettiva tra i giovani gialloblu. Mancinelli infatti a Martina ha confermato tutto ciò che di buono si diceva sul suo conto mostrando un rendimento sempre all'altezza, nonostante i numerosi infortuni che lo hanno costretto a frequenti pause in infermeria. Ha concluso l'annata con una media voto di 6,15, 24 presenze (di cui 23 da titolare) e 2 gol. Un bottino molto simile a quello dell'anno precedente: 23-2 e 6,13 di media sempre al Martina. Dopo due anni del genere i pugliesi farebbero carte false pur di trattenerlo, ma sembra giunta l'ora per lui di fare il meritato salto in cadetteria. Al centrocampo del Verona di certo non farebbe male un giocatore dalle sue caratteristiche: grinta, determinazione, buona tecnica, grandi doti atletiche e voglia di emergere. PROMOSSO.

ALTERIO (A, Martina, C1B): L'esplosione dei due bomber Mitri e William Barbosa, una trentina di gol in due, non ha certo agevolato il giovane attaccante gialloblu a conquistare lo spazio necessario per mettersi in mostra. Ed infatti è proprio il minutaggio troppo striminzito a pesare sulla sua stagione. In pratica per lui il campionato è durato poco più di 400 minuti, nei quali perlomeno è riuscito a mettere a segno due gol. Comunque troppo poco. BOCCIATO.

PACE (A, Martina, C1B): Le sole tre presenze, i 66 minuti giocati e il 5,66 di media parlano sin troppo chiaro. BOCCIATO.

[Vai alla pagina ]



Hellastory, 19/05/2004

CIOFFI ALLA RICERCA DEL VERONA PERDUTO


Ho l'impressione che, dopo la confusione generata dal mercato, si continui crearne di nuova anche nelle soluzioni tattiche partita dopo partita. Laddove Tudor aveva trovato la fortuna del Verona dando continuità al lavoro di Juric migliorandolo gradatamente con il suo stile personale, Cioffi invece, ha stravolto priorità e leadership cancellando di fatto ogni tipo di continuità. Quando in conferenza stampa parla dei singoli, traspare evidente il suo concetto di base secondo cui «tutti sono in discussione, nessuno è sicuro di giocare». Questo probabilmente dipende dal fatto che lui ritiene efficaci alcune teorie aziendali (peraltro, recentemente messe in discussione dalle prove dei fatti) che mettono in competizione tutti i collaboratori ponendoli gli uni contro gli altri al fine di migliorare la produttività. Giovani contro vecchi, arroganza contro esperienza. Ma così facendo, il mister ha di fatto eliminato tutti i riferimenti degli ultimi anni. Ogni partita scende in campo una formazione diversa e i 5 cambi a disposizione, anziché consolidare, sperano di ribaltare quello che non sono riusciti ad esprimere in campo i titolari. O sbaglia la formazione iniziale, o non trasmette la giusta concentrazione, fatto sta che il Verona sbaglia quasi sempre l'approccio (salvo forse solo il primo tempo con la Lazio). Quello che emerge è infatti un Hellas continuo cantiere aperto dove la paura di sbagliare (e quindi di perdere l'opportunità a disposizione) condiziona ogni singolo giocatore che non riesce poi ad esprimersi al meglio per due partite di seguito. E' una squadra che non costruisce gioco, che fatica a difendersi, che non ha un'identità. Gunter, Ilic, Tameze, lo stesso Lazovic costretto a cambiare più ruoli, non sono più gli stessi. D'altra parte, in questa confusione generale, purtroppo continuano a trovare spazio i modesti Lasagna, Depaoli, Dawidowicz e Djuric di cui non comprendo il valore.

[continua]
Qual è stato il miglior gialloblu in campo in H.Verona-Udinese?

H.Verona    Udinese


Ceccherini F.

Depaoli F.

Doig J.

Duric M.

Günter K.

Henry T.

Hien I.

Hrustic A.

Kallon Y.

Lasagna K.

Lazovic D.

Montipò L.

Piccoli R.

Tamèze A.

Veloso M.

Verdi S.


 


Riepilogo stagionale e classifica generale


Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]






HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7820 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
Leggi la nostra Informativa Privacy.
[www.hellastory.net] - {ts '2022-10-06 18:44:30'} - {ts '2022-10-07 01:44:30'} [browser]


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019202020212022