domenica 7, h 18:00  

HELLAS VERONA

1
BARI4

PROSSIMO IMPEGNO
  lunedì 15, h 18:30  

HELLAS VERONA

 
NAPOLI 
Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Flashback

FRAMMENTI DI... VICENZA-VERONA


FRAMMENTI DI... VICENZA-VERONA

Derby:

s. ingl. (pl. derbies); in it. s.m. inv. (o pl. orig.), pr. adatt.
  1 Nell'ippica, corsa annuale di galoppo per puledri di tre anni;
  2 estens. Nel calcio o in altri sport, partita tra squadre della stessa città o regione tra le quali vi è accesa rivalità.



Perché IL derby per antonomasia è quello che ci vede opposti al Vicenza?

Il significato stesso della parola traslata dall'ippica al calcio lo definisce più che bene.

Si parla di accesa rivalità. Come può esserci rivalità con un qualcosa che fino a pochi lustri fa nemmeno esisteva ? Vicenza è tutta un'altra storia, tutta un'altra cosa, tutta un'altra dose di vita.

Verona e Vicenza, così vicine così lontane, affondano la loro rivalità calcistica agli albori del calcio moderno. Rivolgetevi alla parte storica della redazione per eventuali e precise delucidazioni. Senza quindi avventurarmi in prima persona in date e dati, lascio spazio ai ricordi.

FRAMMENTI DI... VICENZA-VERONA

Lido degli Estensi, primi anni ottanta. Il mare di tanti veronesi. Un ombrellone qualche metro più avanti rispetto a quello della mia famiglia, accoglie delle persone, madre, padre, nonna e due bimbi maschi. Li sento parlare in modo simile al nostro, ma solo un po'. Chiedo a mio padre se sono di Verona anche loro. «No» mi risponde. «Iè vicentini... Lasali star ala' i se crede de eser tuto lori, e i magna i gati...»

In quella frase percepii con le mie orecchie di bambino, un tono di scherno fanciullesco, un divertimento sottile e irriverente. Me ne tornai a giocare a pallone sulla sabbia rovente, assieme i miei soliti amici estivi di Bussolengo, di Peschiera e di Dossobuono, sotto lo sguardo compiaciuto di papà.

Penultimo anno di Bagnoli. Caniggia e Troglio. Coppa Italia al Menti. Caniggia segna. Pochi minuti dopo, buio pesto. Black out dell'impianto di illuminazione del catino biancorosso. Oltre ai gatti, mangiano anche i fili elettrici? Questa è la domanda che frulla nella mia testa. Vinciamo tre a zero a tavolino. Vanificato quindi per gli annali un bel gol del biondo figlio del vento.

Qualche anno dopo, lo speranzoso e illusorio Verona di Edy Reja e Lamberto Piovanelli, vince quattro a zero. Sempre coppa Italia. Sempre trasferta. Stavolta di pomeriggio. Segna pure Celeste Pin. Penso:« oltre ai gatti e ai fili elettrici, i vicentini si mangiano pure quattro peri...»

FRAMMENTI DI... VICENZA-VERONA

Campionato dell'anno horribilis targato Salvioni/Maddè. Essendo uno scontro sportivo sempre unico e speciale, non poteva non accadere che in una di queste occasioni un evento storico importante per i nostri colori: il primo gol segnato con la casacca gialloblù da un giocatore proveniente dall'Africa. Papa Waigo diventa così una bella realtà della nostra squadra. Vinciamo 2-1. La miglior partita giocata sotto la blanda e confusa guida di Sandro Walter.

Nel 2011, gli eroi di Salerno battezzano la nuova stagione sbancando ancora una volta il Menti in Coppa Italia. Il primo gol del ritorno al calcio che conta lo segna il terzino destro più forte che abbiamo mai avuto dai tempi di Oddo. E' un lungagnone grande e grosso, biondo con la faccia da bonaccione, pedigree da difensore centrale, abilmente adattato a difendere la fascia. Esplode tutta la sua gioia con un gol di rapina sotto i nostri tifosi. Altro 2-1. Il Verona è tornato, caro vicentino. E ti ha già bastonato in casa vostra. E' la vita baby. Fattene una ragione.

Tra qualche giorno ci sarà un nuovo giro, una nuova corsa.

Mi raccomando, Pecchia Avvocato Fabio. Non deluderci.

In fede, Matteo.



Hellastory, 09/12/2016

UNA REGOLA SBAGLIATA CHE PUO' DANNEGGIARE IL VERONA


Lo spettacolare pareggio dell'Olimpico con la Lazio chiude adeguatamente una stagione strepitosa. Tudor, stupendo condottiero, ha migliorato la posizione di classifica dell'anno scorso, ha ottenuto il record di gol realizzati (65) e sigillato il saldo positivo reti fatte/subite (+ 6), risultato questo non riuscito né a Mandorlini (-6) né a Juric (- 2 e -4) prima di lui. Adesso però inizia una settimana decisiva per capire cosa farà, quando scioglierà la riserva circa la permanenza o meno in gialloblu. Perso D'Amico, la questione che tiene in sospeso tutti non è un problema di soldi, contano le sensazioni. Bisogna vedere se ci sono i presupposti. Da cosa scaturisce questo stato di incertezza? Tutto ci porta ad affrontare un periodo di incertezza societaria che non aiuterà certo a lavorare con la stessa serenità che ha trovato e che, infondo, ha agevolato il conseguimento di prestazioni di questo rilievo. Non c'è alcun dubbio che D'Amico, anche lui sotto contratto, abbia colto l'opportunità Atalanta anticipando in tal modo la conclusione di un ciclo. Un ciclo vincente, aggiungo, visti gli splendidi risultati ottenuti non solo sul campo (grande calcio, 1 promozione e 3 piazzamenti stabilmente tra il 9º e il 10º posto), ma anche e soprattutto dal punto di vista della rivalutazione della rosa e degli indici di bilancio. D'Amico, direttore sportivo silenzioso e scrupoloso, è stato anche in grado di porre rapido rimedio nei rari errori di valutazione (l'esonero veloce di Di Francesco e l'aver tolto dal mercato Tameze in agosto quando ci si è accorti che Hongla non avrebbe risposto subito alle aspettative). Ora però se ne sta aprendo un altro di difficile valutazione. Non tanto perché Marroccu, che è comunque un dirigente esperto, valga meno di D'Amico, quanto per il contesto in cui si troverà ad operare. E Tudor deve stabilire se valga la pena oppure no restare alle nuove condizioni.

[continua]
Eleggi ogni settimana il gialloblu migliore in campo!


Riepilogo stagionale e classifica generale


Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7760 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
Leggi la nostra Informativa Privacy.
[www.hellastory.net] - {ts '2022-08-07 17:36:51'} - {ts '2022-08-08 00:36:51'} [browser]


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019202020212022