STELLE E..... STRISCE - Hellas Verona: Carl Attacks! su HELLASTORY.net
  domenica 13, h 15:00  

HELLAS VERONA

1
SPEZIA2

PROSSIMO IMPEGNO
  mercoledì 4, h 14:30  
TORINO 

HELLAS VERONA

 
Hellas Verona english presentation

HELLAS VERONA / Carl Attacks!

STELLE E..... STRISCE


STELLE E..... STRISCE
STELLE E..... STRISCE

Ovvero condizioni astrali finalmente favorevoli e statistiche positive con filotti col segno +.

L'IMBATTIBILITA' DI RAFAEL
La rete di Ousmane Sy (il moretto dell'Andria) al 4° minuto di gioco ha interrotto la serie positiva del nostro portiere che capitola per la prima volta nel presente torneo dopo 478 minuti. E' salva, in questo modo, la prestazione record di Ghizzardi (1956/57) battuto dopo 631 minuti. E' pur sempre da rimarcare il fatto che se considerassimo anche le ultime gare del campionato scorso, Rafael ha mantenuto inviolata la sua porta per 704 minuti complessivi, che sarebbe record assoluto per un portiere gialloblù, ma non considerato tale perché ottenuto in due stagioni diverse (226+478). Rimane quindi Graziano Battistini a detenere il primato di imbattibilità: 663 minuti nel 1998/99 in Serie B (l'anno della promozione con Prandelli). Foglio, Gonnella, Filippini, Lucci e Falsini i compagni di reparto da menzionare con lui.
Detto di Ghizzardi (631' - 1956/57 Serie B a 18 squadre), altre prestazioni degne di nota sono quelle di:
De Min (620' - 1967/68 Serie B a 21 squadre)
Cervone (483' - 1988/89 Serie A a 18 squadre)
Superchi (439' - 1976/77 Serie A a 16 squadre)

LA SEQUENZA DI PARTITE UTILI
Premesso che escludiamo le partite di Coppa Italia dai nostri conteggi, si è eguagliato, dopo la vittoria sull'Andria, la miglior sequenza di partite senza sconfitte di sempre. Alle 10 gare finali del campionato scorso si aggiungono le 8 attuali, per un totale di 18. L'altro filotto da 18, risale ai campionati di A 1999/2000 e 2000/01. Prandelli conclude il primo con 15 gare utili e lascia il testimone a Perotti che lo prolunga di 3. Piccola chiosa: le 18 attuali comprendono 9 vittorie e 9 pareggi, quelle di dieci anni fa 7 vittorie e 11 pareggi. Viene superata, in questo modo, la striscia di 17 del 1982/83 (prima A di Bagnoli) ottenuta peraltro in un unico torneo.

LE VITTORIE CONSECUTIVE
Le 4 vittorie consecutive attuali non sono certo un record. Per curiosità ho voluto verificare quando fosse successo l'ultima volta. Siamo nel 2004/05 con Ficcadenti in Serie B e, a cavallo del periodo natalizio, riusciamo ad espugnare Perugia e Salerno e battere al “Bentegodi” Vicenza e Catanzaro. 4 vittorie in fila anche l'anno prima (2003/04): è Maddè, subentrato a Salvioni, che ci fa vincere proprio le ultime 4 gare, con l'apoteosi di Como ed i gol di Adailton.
Anche Prandelli riesce nell'impresa nella magica primavera del 2000: battute Lazio e Piacenza in casa e poi lezioni di calcio a Torino e a Cagliari. Ma il record assoluto è dell'anno prima: il buon Cesare, nell'anno della promozione in A (1998/99), riesce a coglierne addirittura 8 che sono concomitanti con l'imbattibilità di Battistini, che abbiamo visto prima, e se prima abbiamo elogiato il portiere e il reparto difensivo, ora non possiamo non ricordare Fabrizio Cammarata che nelle 8 partite suddette riesce a realizzare ben 7 reti.

LE TRIPLETTE
L'exploit di Selva non poteva di certo passare inosservato, anche perché non è facile far 3 gol in 9 minuti. Ho scoperto però, scorrendo i tabellini, che qualcuno è riuscito a far meglio: nel campionato di B 1938/39 in un Verona - Casale 7 a 0, Oliviero Icardi, autore di una quaterna, è riuscito ad infilare 3 reti in 8 minuti (57', 61' e 65').
Citiamo per dovere di cronaca chi, oltre a Selva, ci ha dato questa soddisfazione seppur con meno frenesia: negli anni ‘10 e ‘20 Bianchi, Corsi, Porta (2 volte), Chiecchi II e Levratto; dopo il 1929/30 Patuzzi, Tommasi, Righetti, Bianchi I, Zanetti (2 volte), Sega S., Lodi, Tavellin, Tessaro, Caldana, Zian, Buzzin, Ciccolo I, Traspedini, Mariani, Penzo, Pellegrini II, Fermanelli, Inzaghi, Cammarata (2 volte) e Tiboni.
La cinquina di Del Vecchio (prima Serie A - 1957/58) aspetta da più di mezzo secolo di essere quanto meno eguagliata.

LE RETI ATTIVE E LE RETI PASSIVE
Finalmente, dopo tanto tempo, abbiamo un attacco che segna e una difesa che non subisce. Quest'ultimo aspetto è particolarmente significativo: 2 reti passive dopo 8 incontri è record assoluto, si è verificato solo un'altra volta (nel 1947/48) a datare dal 1929/30.
Anche le 12 reti segnate fino a questo momento sono un discreto bottino, ho controllato gli ultimi 50 campionati e si è fatto meglio solo in 7 occasioni.
Per gli amanti dei numeri a vincere è la stagione 1974/75 (la B dopo la telefonata) con 18 reti.

IL PORTOGRUARO
Vederlo solitario in vetta, mi inquieta un po', il motivo? Le due stagioni appena trascorse: 12 incontri con le squadre venete e solo 1 vittoria.

CONCLUDENDO
Non voglio assolutamente frenare entusiasmi finalmente legittimi e l'ottimismo crescente che ci accompagna, solo ricordare che siamo pur sempre nel punto più basso della nostra storia e non si può che migliorare.

Ad maiora.

CARLO



Hellastory, 15/10/2009

SETTI ACCOMPAGNA IN B IL VERONA


Dopo la decima, gravissima sconfitta consecutiva, il Verona è quasi condannato. E pensare che lo Spezia, per condizione e posizione di classifica, avrebbe potuto essere l'avversario più adatto per chiudere decentemente l'anno solare ed accendere speranze di salvezza. Invece no, ci sono stati superiori non solo nel risultato ma anche nel gioco e in intensità. Il Verona sta pagando le sciagurate scelte societarie, come ha ammesso Marroccu dopo Monza. Setti invece, che vive evidentemente in un altro pianeta, non si rende conto di quello che ha combinato e nemmeno perché, chiunque a Verona raggiunge un certo livello qualitativo, poi chiede di andare via. Non si rende conto che è lui l'artefice di questa condizione di precarietà che non consente di trovare in questa società la propria dimensione sportiva. E per questo, ogni anno batte cassa frettolosamente al valore acquisito, vivendo di nuove scommesse e di improvvisazione. In effetti, a voler essere precisi, non è ancora stato chiarito se tutto ciò dipenda da costanti bisogni personali, oppure dalla sua supponenza (sono il Presidente che ha disputato più stagioni in serie A, conosco il calcio meglio di tutti voi ...). Fatto sta che questa volta Longo, D'Amico e Tudor hanno capito in fretta quello che sarebbe successo di lì a qualche mese e, vista l'impossibilità di proteggere un giocattolo troppo prezioso per le sue mani grezze, si sono defilati con lungimiranza. Come se uno, vincendo casualmente alla lotteria, finisce per sprecare tutto e si riduce a chiedere l'elemosina sotto i ponti. Povero e abbandonato. Forse perché erano proprio loro la componente saggia e competente della società, quella che ha permesso di rivalutare fino a quel punto il Verona. Loro, e non certo Setti che ha solo avuto la fortuna di averli per sè. Comunque, tutti i nodi sono venuti rapidamente al pettine: ceduti male Barak, Simeone, Caprari e Casale, rimpiazzati solo numericamente con giocatori scadenti (alcuni persino pagati cari), preso Marroccu come suo braccio destro (velocissimo a squalificarsi nel giro di poche settimane) e infine scelto Cioffi per l'ennesima scommessa assurda anche se l'ambiente, svilito e senza indirizzo, stava cercando invece disperatamente continuità, esperienza e buon senso. Cosa è rimasto di quel Verona che tanto ci ha divertito e sentiti rispettati? Niente. Per non parlare della soluzione frettolosa e senza alcuna logica di affidare la squadra a Bocchetti, che non ha niente a che vedere con quella adottata dal Monza con Palladino. Infatti, il povero cristo è stato assunto a uomo simbolo della società dopo essere stato prima dirottato in Primavera e poi, come un profeta, beneficiario di addirittura 5 anni di contratto. Lui che non ha neppure il patentino da allenatore. Ora cosa ci aspetta? un lento ed umiliante cammino verso l'inferno o abbiamo ancora qualche briciolo di speranza di salvezza?

[continua]
Eleggi ogni settimana il gialloblu migliore in campo!


Riepilogo stagionale e classifica generale


Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]






HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7876 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
Leggi la nostra Informativa Privacy.
[www.hellastory.net] - {ts '2022-12-02 05:53:17'} - {ts '2022-12-02 12:53:17'} [browser]


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019202020212022