lunedì 15, h 18:30  

HELLAS VERONA

2
NAPOLI5

PROSSIMO IMPEGNO
  domenica 21, h 20:45  
BOLOGNA 

HELLAS VERONA

 
Hellas Verona english presentation

Pagina   2 3 4 5 6 7 8 PIU' RECENTI    

HELLAS VERONA / Flashback

28 Settembre 1983: STELLA ROSSA - VERONA 2 - 3

Il trionfale campionato 82-83, quello che ha segnato il ritorno in A del Verona si conclude con la conquista del 4° posto assoluto in classifica. La «sorpresa» del campionato ha snocciolato prestazioni meravigliose, stabilendo il record stagionale di imbattibilità (17 partite): agli squadroni che scendono al Bentegodi tremano le vene ai polsi pensando alle verticalizzazioni di Fanna, alle proiezioni di Tricella, ai lanci di Dirceu, alla concretezza di Penzo, alla longevità di Volpati, pure la Roma di Falcao e Liedholm, che vincerà il campionato, viene fermata al Bentegodi e all'Olimpico vince solo grazie ad un rigore «dubbio» assegnato allo scadere dal mediocre arbitro Pieri di Genova, padre di quel mediocre Pieri che pure sta facendo di ... [continua]

Hellastory, 13/12/2006

HELLAS VERONA / Flashback

1 Maggio 1983: CESENA - VERONA 1 - 2 - VOGLIA D'EUROPA

«Abbiamo un piede in Europa!» Nessuno lo diceva, per scaramanzia, ma era come se tutti i tifosi dell'Hellas avessero una nuvoletta accanto, tipo quella dei fumetti, con scritta questa frase. A due giornate dal termine del campionato, con la vittoria di Cesena, il Verona rafforzava il 4° posto che non significava la sicurezza di entrare in una coppa Europea, ma quasi.

Qualche lustro fa la Champions League non esisteva e le tre Coppe Europee (Campioni, Coppe e Uefa), si spartivano abbastanza omogeneamente l'interesse dei media e, naturalmente, dei tifosi. Attualmente, alcune squadre sembrano partecipare alla coppa Uefa senza nessun entusiasmo, schierando le riserve e non prendendosela più di tanto se non passano il turno. In occasi ... [continua]

Hellastory, 30/11/2006

HELLAS VERONA / Flashback

12 Febbraio 1984: VERONA - UDINESE 2 - 1 - DISCO-SAMBA GIALLOBLU

Lo tengo come una reliquia, al sicuro in uno di quei cassetti dove riposano le lettere, le foto, i molteplici simboli della mia storia personale. É lì sotto, con i bordi un po' rovinati ma con la foto della curva piena di bandiere a scacchi gialloblu in bella evidenza. Sono anni che non lo rimetto sul piatto del giradischi, troppa nostalgia e poi, tutto sommato, non è che musicalmente meriti più di tanto. Sto parlando del «disco samba gialloblu», il 45 giri che mi venne dato assieme alla tessera del calcio-club del mio paese nel lontano 1983. Il Brasile era molto di moda in quegli anni e Verona (grazie anche alle gesta di Josè Guimaraes Dirceu) non fu immune dalla moda verde-oro.

Sul finire degli anni '70 si moltiplicano le radi ... [continua]

Hellastory, 16/11/2006

HELLAS VERONA / Flashback

11 Gennaio 1987: VERONA-INTER 2-1 - PER FORTUNA CHE C'È PREBEN

Verona – Inter dell'11 gennaio 1987 è una partita molto particolare. Innanzitutto perchè registra una delle poche vittorie gialloblu nei confronti dei nerazzurri, vittoria per giunta esaltante, arrivata al minuto 88 grazie ad una prodezza di Elkjaer (autore di una doppietta), poi perchè si gioca sotto la neve e, infine, perchè in settimana, lo svolgimento della gara era stato messo in dubbio, e non per il clima atmosferico previsto nel nord Italia, ma per le fitte nubi che si erano addensate sopra la curva sud. La partita contro l'Inter è infatti la prima casalinga dopo i fattacci di Brescia del 21 dicembre '86 (ndr: 600 auto danneggiate, decine di cassonetti dati alle fiamme, vetrine di negozi infrante, cabine telefoniche divelte etc.), ... [continua]

Hellastory, 09/11/2006

HELLAS VERONA / Flashback

4 Ottobre 1987: VERONA - JUVENTUS 2-1


4 Ottobre 1987: VERONA - JUVENTUS 2-1

Campo minato il Bentegodi per la «vecchia signora» del calcio italiano, Madama Juve. Negli anni '80 i bianconeri ci lasciano le penne ben 6 volte su 9 incontri ufficiali (le sconfitte sono 7 se aggiungiamo un'amichevole estiva nel 1985 organizzata con tutti i crismi dell'evento). Chi scrive ha sempre detestato la Juve, più di qualsiasi altra squadra, ed ha sempre avuto un'antipatia viscerale per il prototipo dello juventino tipo, soprattutto se di origini veronesi. Vedere lo striscione «Verona Azzurra» dei tifosi napoletani non mi ha mai scosso più di tanto, perchè ovviamente si tratta di immigrati meridionali, ma «Verona Bianconera» e «Juventus Club Verona» mi hanno sempre fatto inviperire! Se il cosiddetto «stile Juve» ha fatto breccia ... [continua]

Hellastory, 19/10/2006

HELLAS VERONA / Flashback

23 Gennaio 1983: VERONA - ROMA 1-1

Ho deciso di inaugurare il nuovo corso di «flashback», con aggiunta dei filmati d'epoca, con la partita che, personalmente, ritengo il simbolo della trasformazione dell'Hellas Verona da provinciale di rango a grande del calcio italiano, un posto che i gialloblu si terranno stretti per qualche anno, fino al triste epilogo di Brema, dove con l'eliminazione dalla coppa Uefa 1987-'88 si conclude di fatto la storia del grande Verona.

Ero indeciso, nel momento in cui sono stati disponibili i filmati, se iniziare con Verona – Roma o con Verona – Catanzaro dell'ottobre 1982, una partita altrettanto storica (la vittoria per 3-1 spedì il Verona in testa alla classifica, in coabitazione con la Roma, per la prima volta nella sua storia), all ... [continua]

Hellastory, 11/10/2006

HELLAS VERONA / Flashback

26 Maggio 2005: I RINGRAZIAMENTI E UN AUGURIO


26 Maggio 2005: I RINGRAZIAMENTI E UN AUGURIO

Devo ammettere che sono stato fortunato. Due volte fortunato, direi. Prima di tutto perché ho vissuto, patito e sofferto in prima persona tutti gli episodi che ho descritto, poi perché ho avuto l'opportunità di riviverli nuovamente venti anni dopo raccontandoli e ritrovando le stesse suggestioni di allora.


Il fatto di essere sorpreso dalla propria squadra del cuore, a seguito di un successo insperato, è quanto di più bello possa capitare a un tifoso. Sono sensazioni alle quali non ci si abitua mai. Come l'emozione che si prova davanti a un film che si è già visto mille volte, ma che piace proprio per quegli attimi indimenticabili che si srotolano, così auspicati, davanti a noi. Non è facile, lo capisco, e per questo mi se ... [continua]

Hellastory, 26/05/2005

HELLAS VERONA / Flashback

19 Maggio 1985: VERONA - AVELLINO 4 a 2


dal nostro inviato Massimo

L'ultima giornata è quella della rassegna e della celebrazione. Il piazzale antistante al Bentegodi è pieno di bancarelle, la città allestita a festa e lo spettacolo allo stadio arricchito dal saluto di mille palloncini con il tricolore e dal lancio di paracadutisti sul terreno di gioco. La partita, una formalità burocratica, si conclude con la netta vittoria dei gialloblu per 4 a 2 contro un Avellino tranquillo perché salvo e disponibile a porre rimedio allo sgarbo combinato nella partita del girone di andata. Anche per noi, questa sarà la puntata della rassegna e della celebrazione.


LA PARTITA Prima però il dover ... [continua]

Hellastory, 19/05/2005

HELLAS VERONA / Flashback

12 Maggio 1985: ATALANTA - VERONA 1 a 1


dal nostro inviato Massimo

La notte sembrava che non volesse finire più. Eppure anche lei, onesta, aveva lasciato al momento dovuto il suo spazio ad un'alba tiepida e luminosa. La fatica di quei giorni e la tensione accumulata avevano leggermente rallentato la sua andatura. Per questo procedeva così lentamente dal mastio al torrione centrale, dove la vista era migliore. Da quando, nove mesi prima, aveva conquistato la cittadella con il suo piccolo esercito appendendo i colori del casato della Scala accanto allo stemma del Regno, mai nessuno era più riuscito a cacciarlo via da lì. Ma adesso, ogni giorno che passava stava diventando un nuovo tormento. Raggiunta la vetta del torrione si affacci&ogra ... [continua]

Hellastory, 12/05/2005

HELLAS VERONA / Flashback

5 Maggio 1985: VERONA - COMO 0 a 0


5 Maggio 1985: VERONA - COMO 0 a 0


dal nostro inviato Massimo

Il Campionato consegna stancamente la terz'ultima giornata. L'Inter, senza più obiettivi, vince una partita importante a Genova per 1 a 2 (Brady, Altobelli e Scanziani) e approfitta del deludente pareggio casalingo del Torino con l'Atalanta, per raggiungerlo in classifica - al secondo posto - a 36 punti. La lotta finale è tra queste due contendenti. Dietro, Maradona ferma la Juventus al san Paolo e i bianconeri condividono così il quarto posto con i blucerchiati. Roma e Milan sono risucchiati più giù, quasi a metà classifica. In fondo, con le già retrocesse Cremonese e Lazio, si fa preoccupante la sorte dell'Ascoli sconfitto a San Siro dai rossoneri: i marchigiani hanno adesso un ritardo di 3 punt ... [continua]

Hellastory, 05/05/2005

Pagina   2 3 4 5 6 7 8 PIU' RECENTI    

UNA REGOLA SBAGLIATA CHE PUO' DANNEGGIARE IL VERONA


Lo spettacolare pareggio dell'Olimpico con la Lazio chiude adeguatamente una stagione strepitosa. Tudor, stupendo condottiero, ha migliorato la posizione di classifica dell'anno scorso, ha ottenuto il record di gol realizzati (65) e sigillato il saldo positivo reti fatte/subite (+ 6), risultato questo non riuscito né a Mandorlini (-6) né a Juric (- 2 e -4) prima di lui. Adesso però inizia una settimana decisiva per capire cosa farà, quando scioglierà la riserva circa la permanenza o meno in gialloblu. Perso D'Amico, la questione che tiene in sospeso tutti non è un problema di soldi, contano le sensazioni. Bisogna vedere se ci sono i presupposti. Da cosa scaturisce questo stato di incertezza? Tutto ci porta ad affrontare un periodo di incertezza societaria che non aiuterà certo a lavorare con la stessa serenità che ha trovato e che, infondo, ha agevolato il conseguimento di prestazioni di questo rilievo. Non c'è alcun dubbio che D'Amico, anche lui sotto contratto, abbia colto l'opportunità Atalanta anticipando in tal modo la conclusione di un ciclo. Un ciclo vincente, aggiungo, visti gli splendidi risultati ottenuti non solo sul campo (grande calcio, 1 promozione e 3 piazzamenti stabilmente tra il 9º e il 10º posto), ma anche e soprattutto dal punto di vista della rivalutazione della rosa e degli indici di bilancio. D'Amico, direttore sportivo silenzioso e scrupoloso, è stato anche in grado di porre rapido rimedio nei rari errori di valutazione (l'esonero veloce di Di Francesco e l'aver tolto dal mercato Tameze in agosto quando ci si è accorti che Hongla non avrebbe risposto subito alle aspettative). Ora però se ne sta aprendo un altro di difficile valutazione. Non tanto perché Marroccu, che è comunque un dirigente esperto, valga meno di D'Amico, quanto per il contesto in cui si troverà ad operare. E Tudor deve stabilire se valga la pena oppure no restare alle nuove condizioni.

[continua]
Qual è stato il miglior gialloblu in campo in H.Verona-Napoli?

H.Verona    Napoli


Amione B.

Barák A.

Dawidowicz P.

Duric M.

Faraoni M.

Günter K.

Henry T.

Hongla M.

Ilic I.

Lasagna K.

Lazovic D.

Montipò L.

Piccoli R.

Retsos P.

Tamèze A.


 


Riepilogo stagionale e classifica generale


Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!
Scarica e gioca con l'esclusivo CruciGialloBlu di Hellastory!

[ Archivio e Soluzioni ]




Devi essere iscritto per visualizzare i dati dell'Almanacco del giorno
Username
Password
 
[Registrati]



HELLASTORY.net è online dall'11 maggio 2001 ( 7771 giorni)
Ogni contenuto è liberamente riproducibile con l'obbligo di citare la fonte.
Per qualunque informazione contattateci.
Leggi la nostra Informativa Privacy.
[www.hellastory.net] - {ts '2022-08-19 09:30:55'} - {ts '2022-08-19 16:30:55'} [browser]


1911191219131914191519191920192119221923192419251926192719281929193019311932193319341935193619371938193919401941194219431944194519461947194819491950195119521953195419551956195719581959196019611962196319641965196619671968196919701971197219731974197519761977197819791980198119821983198419851986198719881989199019911992199319941995199619971998199920002001200220032004200520062007200820092010201120122013201420152016201720182019202020212022